BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Un temporale nella notte e Bergamo va in tilt con molte strade allagate video

E’ successo tra sabato e domenica, con un violento nubifragio che ha fatto allagare diverse strade della città e della provincia. E per gli automobilisti sono stati momenti di forte disagio.

Un temporale e Bergamo va in tilt. E’ successo la notte tra sabato e domenica, con un violento nubifragio che ha provocato diversi allagamenti sulle strade della città e della provincia. E per gli automobilisti sono stati momenti di forte disagio, oltre che di tensione. Strade che in pochi attimi si sono trasformati in fiumi in piena, con le auto rimaste bloccate per lunghi ed interminabili momenti. Come ad Arcene, dove nel bel mezzo della notte il livello dell’acqua lungo la strada principale del paese ha raggiunto livelli mai registrati prima, come si può vedere nel video qua a fianco. Oppure le lunghe code che si sono formate verso mezzanotte al sottopassaggio della superstrada, all’altezza dell’uscita dell’autostrada. O ancora in centro città, in via Quarenghi, dove ci è voluta quasi un’ora per percorrere cento metri. Disagi si segnalano anche a Treviglio. 

Ma non solo strade, perché gli allagamenti si sono verificati anche in diverse abitazioni ed edifici pubblici della nostra provincia. Come a Verdellino, dove l’acqua ha invaso la palestra nel quale si stava svolgendo una gara di ballo, costringendo gli organizzatori a sospendere la serata.

Video correlati

1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Eugenio

    Vorrei tanto che qualche serio reporter oggi fosse andato a fare qualche fotografia al nuovo ospedale perché coi problemi che già naturalmente lo fanno “nuovo lago turistico di Bergamo”, oggi sarà stato modello Gardaland. Peccato a nessuno sia venuto in mente di andarci O forse qualcuno lo ha fatto? Penso che voi di BGnews potreste magari andarci domattina. Così si fan due risate. E la documentazione seria di una delle peggiori speculazioni di sinistra-destra degli ultimi 30 anni. Troppo facile chiamare le idrovore prima di una qualsiasi visita di qualcuno… Cosa ne dite?

    1. Scritto da Annalisa

      Non sono una seria reporter ma una comune cittadina e vorrei rassicurarti. Sono stata domenica mattina alla Trucca, dopo circa 7 ore dal “temporale” e il parco alle 11.00 era a posto, pieno di gente, di cani e bancarelle. Giusto qualche pozzanghera, ma ce la possiamo ancora permettere o no?

      1. Scritto da Eugenio

        Io parlavo dell’ospedale, e di quello che succede nel suo interrato. Che il Parco sia guadabile lo davo per scontato… ma che per l’ospedale le idrovore siano oramai nuove dipendenti non lo vorrei…
        Se poi sei stata anche lì…

  2. Scritto da maia-lino

    Ieri sera verso le 00.30 le strade, ops i fiumi, erano parecchi, esempi: sottopasso di curno che dalla villa d’almè dalmine porta ai centri commerciali ci stavano 50 cm di acqua e zero polizia; bretella che porta dalla Grumellina a Stezzano chiusa x allagamento (opera realizzata da pochi anni); Bergamo via paleocapa, via simoncini ingorgo da alluvione sotto passaggi ferroviari(ci stava la polizia locale, ma a momenti ne tiro sotto uno che era in strada senza giubbetto catarifrangente e con un nastro da cantiere rosso e bianco al posto della paletta, lasciamo perdere va che meglio); “superstrada” da Curno a Mapello, uscita Locate scarpate franate in strada, x fortuna carabinieri presenti

    1. Scritto da maia-lino

      questo perchè? perchè non si fanno pulizie dei tombini, perchè si realizzano infrastrutture al ribasso d’asta, non alla migliore offerta, cioè miglior qualità a prezzo non + basso ma giusto, e poi ci meravigliamo dei danni causati da una pioggia cm quella di ieri sera??? minor prezzo a casa mia vuol dire minor qualità (in questo caso). Pregherei le amministrazioni comunali di svegliarsi e di non buttare i soldi, perchè la sicurezza in strada è tutto per chi guida, non solo la revisione dei veicoli ma pure delle strade……..

      1. Scritto da andrea

        bravissimo! Chissà chi ha pagato la polizia locale e i vigili del fuoco che sono dovuti intervenire in molti posti ieri..è proprio vergognoso!

        1. Scritto da maia-lino

          fino a prova contraria dai contribuenti…ma nn vedo cosa c’entra il loro pagamento di stipendio con il fatto delle manutenzioni nn eseguite e quindi allagamenti o delle opere realizzate a “bassa qualità”…va be

          1. Scritto da mahhh

            quindi lei mi sta dicendo che più uno spende,più avrebbe la qualità?quindi se si deve commissionare qualche lavoro,le aste andrebbero a chi rilancia il prezzo maggiore?di questo passo ,per cambiare un tombino si arriverebbero a 100 mila euro..che i lavori a volte sono fatti veramente male,sono d’accordo,ma temporale di ieri ,per la sua intensità e durata ,diciamo che è stato un evento eccezionale per la nostra zona

          2. Scritto da maia-lino

            bisogna leggere bene prima di commentare…. ho scritto: “cioè miglior qualità a prezzo non + basso ma giusto” il che NON significa che se il prezzo è + alto, migliore è il lavoro…mi sembra chiaro no?…poi certo è stato un evento d’accordo ma mi sa che non sarà l’ultimo e se pensiamo agli eventi allora non dobbiamo preoccuparci neppure dei terremoti no? PREVENIRE è la parola da utilizzare non EVENTO ECCEZIONALE

          3. Scritto da DD

            caspita, ma con il maltempo di ieri ne hai fatta di strada!

          4. Scritto da maia-lino

            era sabato sera :-)

  3. Scritto da andrea

    Ho vergogna di come è ridotto l’asse interurbano ogni volta che c’è un temporale: ieri sera oltre al sottopasso di colognola (ormai a quello si è abituati) c’erano pozze enormi in vari punti, da seriate fino a bonate.

  4. Scritto da Tiberio Cron

    L’evento eccezionale può sempre capitare,ma se per “tagliare le spese (inutili?)” non si sono puliti tombini e scarichi ed un temporale un po’ più sostenuto (peraltro in una stagione in cui i temporali qui da noi sono consuetudini) ha potuto causare un sacco di danni e disagi una commissione dovrebbe verificare e nel caso si dovrebbero mandare a casa subito tutti gli amministratori per manifesta incapacità perché se per risparmiare 10 sulla pulizia dei tombini si finisce per spendere 100 per i danni causati dal temporale vuol proprio dire che si è incapaci di affrontare razionalmente eventi tutto sommato prevedibili.Ma sicuramente il popò dalla sedia non lo toglierà nessuno nonostante tutto

  5. Scritto da DD

    MA CHE LO PAGHIAMO A FARE IL CONSORZIO DI BONIFICA???? SOLO PER DARE UN LAVORO AI TANTI IMPIEGATI DEL PALAZZO MILIONARIO DI VIA GRITTI??????

  6. Scritto da Annalisa

    Era un diluvio altro che temporale. Ci siamo dovuti fermare nel piazzale di un distributore e con noi molti altri, mai successo.

  7. Scritto da Tuditanus

    Meglio non pensare a cosa succederebbe se venisse un terremoto, anche piccolo piccolo. Ve lo immaginate cosa succederebbe ai capannoni artigianali costruiti negli ultimi venti anni nella Bergamasca, quelli costruiti badando a non spendere troppo? Meglio non pensarci, così come è meglio non pensare alla prossima eruzione del Vesuvio.

  8. Scritto da Aladin

    Contrordine compagni: bisogna ALLARGARE le strade, non allagare

  9. Scritto da edy

    Volo Ryanair: atterraggio tra fulmini e saette! Bravi i piloti.

  10. Scritto da gianni

    Ma va la’ che queste cose accadono solo da Roma in giu’!

  11. Scritto da io

    a casa mia l’acqua è filtrata da sotto le tegole e mi ha bagnato solaio,non era mai successo in 45 anni di vita della casa..effettivamente ha piovuto all’inverosimile

    1. Scritto da maria

      guarda che dopo 45 anni, forse è il caso di fare manutenzione alle canale e alle tegole.perche tra polvere piume di uccelli foglie e gatti stupidi che nascondono gli stracci nelle canale ,di sorprese ne troverai..è successo anche a me.ci vuole un po di tempo.. ma si risolve..per le strade allagate magari manutenzione ai tombini almeno una volta al mese non guasterebbe visto lo sporco che gira..