BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sindaci contro lo stadio “L’impatto è devastante” fotogallery

L’assessore all’Urbanistica del Comune di Bergamo Andrea Pezzotta ha incontrato quattro sindaci che si oppongono alla realizzazione dello stadio: Gianfranco Masper (Treviolo), Claudia Terzi (Dalmine), Massimo Mastromattei (Lallio) e Pier Giorgio Gregori (Osio Sopra).

Più informazioni su

L’assessore all’Urbanistica del Comune di Bergamo Andrea Pezzotta ha incontrato quattro sindaci che si oppongono alla realizzazione dello stadio: Gianfranco Masper (Treviolo), Claudia Terzi (Dalmine), Massimo Mastromattei (Lallio) e Pier Giorgio Gregori (Osio Sopra) da tempo hanno chiesto all’amministrazione cittadina di rivedere il progetto per renderlo più sostenibile dal punto di vista viabilistico. I primi cittadini infatti sostengono che la portata dello stadio non sia compatibile con il traffico della ex statale 525. Con l’avvento della nuova casa dell’Atalanta e, prima ancora, di quella della Foppapedretti, la situazione potrebbe aggravarsi. Non solo, a preoccupare i sindaci è la possibile ricaduta economica della realizzazione di nuovi spazi commerciali sui piccoli negozi. “Abbiamo chiesto questo incontro perché non sappiamo ancora nulla di questo progetto – spiega Gianfranco Masper, primo cittadino di Treviolo -. Tutti i Consigli comunali hanno votato una mozione per invitare l’amministrazione a prendere contatti con Percassi e Cividini e far presente la problematica della viabilità. A nostro avviso infatti lo stadio sovraccaricherebbe la ex statale 525. Anche Stezzano si è opposto con noi. Sappiamo che la competenza del Comune di Bergamo, però allo stesso tempo riteniamo che lo stadio abbia un’importanza sovracomunale”.

Nonostante la presentazione faraonica di dicembre, Percassi non ha ancora depositato il masterplan definitivo a Palafrizzoni. Un ritardo dettato dalle condizioni economiche che impongono sicurezze prima di affrontare un investimento da 250 milioni di euro. Paolo Cividini, l’imprenditore che possiede i due terzi dell’area, ha già incontrato il sindaco Franco Tentorio per rilanciare quanto meno il palazzetto. “Noi sindaci finora siamo stati tenuti all’oscuro di tutto – continua Masper – non sarà nostra competenza, ma abbiamo il diritto di essere informati di quello che succede sul territorio. Noi ribadiamo le nostre posizioni, l’impatto sulla viabilità e sul commercio sarebbe notevole. Senza contare che quest’opera va a finire su un’area un tempo destinata a ospitare un parco agricolo”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da l76bg

    BUTTARE l’occasione di una struttura del genere, ovvero PARCO DELLO SPORT pagato da investimenti RPIVATI è un suidicio. Abbiamo impianti vecchi, obsoleti e che restano aperti per deroghe su deroghe, facciamo fatica a sistemare una tribunetta al palazzetto..di questo passo saremo da 3^ mondo. SI ALLO STADIO

  2. Scritto da berghem

    ma andassero all estero a imparare! persino in Romania hanno costruito uno stadio fantastico in Cluj Napoca (vedere per credere) demolendo il vecchio preesistente! , IL TERZO MONDO E’QUI!

  3. Scritto da nino cortesi

    Ristrutturiamo il vecchio stadio eliminando le barriere fra campo e pubblico e creando vigorosi parcheggi in zona Monterosso. Vogliamo un’ Atalanta ecocompatibile, non sbruffona e che detta legge in fatto di civiltà. Insomma un’Atalanta che apre la strada per tutta Italia. Grandi i bergamaschi!

  4. Scritto da Orobix

    Ma i sindaci dell’hinterland avevano chiesto il parere del comune di Bergamo prima di insediare i loro mega centri commerciali? Si svegliano solo adesso per lo stadio? Non solo non lo vogliono in casa loro, non lo vogliono neppure se è vicino al loro territorio. Dato che lo spazio libero a Bergamo è quello che è, dove dovrebbere essere costruito lo stadio, a Treviglio o a Piazza Brembana?

    1. Scritto da cittadino

      io propongo di giocare le partite del calcio professionistico a porte chiuse, eviteremmo di dover costruire stadi, di dover fronteggiare masse di scalmanati che vanno allo stadio solo per fare danni,di bloccare la viabilità di interi quartieri.Le partite si possono vedere comodamente in tv.

    2. Scritto da valbrembana

      a Piazza il posto non c’è anche se l’idea non sarebbe male

  5. Scritto da Abitante della Valle Brembana

    Lo stadio c’è già. Percassi metta a posto quello che c’è e la pianti di presentare progetti faraonici che tanto più nessuno ci crede (vedi San Pellegrino).

    1. Scritto da cittadino di S:Pellegrino

      forse ci crede solo il Sindaco di San pellegrino!!!

  6. Scritto da bugsbonny

    “Amministratori”… siete voi devastanti!
    VERGONATEVI! Uscite dalla preistoria!

  7. Scritto da Piero

    Ormai la terra coltivabile è sempre meno…stadio o non stadio di questo passo saremo costretti a importare tutto anche nell’alimentare

  8. Scritto da giuseppe

    cari amministratori,quando c’e da decidere x un centro commerciale ,tutti d’accordo. Quando si tratta di opere di pubblica utilita’….tutti contrari .ECCOxeche noi cittadini dobbiamo spazzzare via tutti sti amministatori….affaristi e disonesti

    1. Scritto da Rizzetta

      Pubblica utilità?! Per chi sarebbe questa pubblica utilità, qualche centinaio di tifosi scalmanati e devastanti? Lo stadio già ESISTE, va solo ristrutturato!!!

    2. Scritto da Narno Pinotti

      Pubblica utilità?
      Affaristi disonesti? Ce n’è tanti, ma che abbiano avuto una marcia di solidarietà quanti? A me ne viene in mente uno solo. Di nome fa Cristiano.

  9. Scritto da giuseppe

    cari amministratori,quando c’e da decidere x un centro commerciale ,tutti d’accordo. Quando si tratta di opere di pubblica utilita’….tutti contrari .ECCOxeche noi cittadini dobbiamo spazzzare via tutti sti amministatori….affaristi e disonesti

  10. Scritto da ezio

    Non so se sia giusto o no fare uno stadio nuovo piuttosto che ristrutturare l’attuale, ma certi discorsi sono da ” asilo nido”, sicuramente turtti questi sindaci sono patetici a tirare in ballo ancora la storiella dei piccoli negozi. Ma dove sono quando concedono permessi per costruire centri commerciali ( Stezzano è a Bergamo o in Australia? ) supermercati in ogni angolo e via di questo passo.?? La verità è una sola : non hanno da guadagnare come in altre occasioni, il resto è aria fritta.

  11. Scritto da piero

    che ben vengano lo stadio e l’area commerciale …+posti di lavoro – crisi |||

    1. Scritto da gigi

      ma puoi costruire anche 1000 centri commerciali ma se io posso spendere 1000 euro al mese, non li moltiplico per tot centri commericiali, a meno chè mi dia la tua paga

      1. Scritto da greatguy

        se li fanno, i centri commerciali, significa che lavorano….altrimenti non li farebbero!!!! mi sembra tanto banale!!! o magari lei pensa che li facciano per il piacere di gurdarli???

        1. Scritto da gigi

          lei allora se aprono 10 supermercati moltiplica per 10 le sue spese ????? urka che fortuna !!! lei si che fa girar l’economia !!!

        2. Scritto da mausfalle

          infatti tra un po di tempo cominceranno a chiudere (anzi, hanno già iniziato a farlo, vedi Pellicano di Via S. Bernardino)

  12. Scritto da azzano

    Dopo Iper, aeroporto, polo del lusso , ora si fara’ un bel parcheggio di fronte all’aeroporto per 5000 macchine. Intorno all’aeroporto aziende trasformate in parcheggi. Ad Azzano gia’ non ci si muove piu’, attraversato da migliaia di mezzi al giorno.. i centri commerciali per sperare di riempirli bisogna farli lavorare anche il 1° maggio, ma qui la gente non ha i soldi per arrivare a fine mese, e’ inutile fare centri commerciali uno ogni 10 metri distruggendo campagna fertile. Occorre pianificare il territorio, non costruire solo per trarre profitto ed i comuni dovrebbero ribellarsi basta inutile cemento, la gente la deve capire di andare a fare una passeggiata in montagna o in campagna la domenica a respirare si spera aria decente, anziche’ rinchiudersi nei centri a guardare le vetrine . portate i vs figli all’aria aperta a giocare a pallone la domenica, non a guardare la cineseria in giro. Andate in bici, fate sport, leggete un libro anziche’ fare la coda e stressarvi. ciao

  13. Scritto da Silvio

    Essendo un opera sovracomunale avrei preferito ci fossero tutti i sindaci dei comuni coinvolti.

  14. Scritto da monica

    Chissa’ perche’ quando c’e’ da costruire un centro commerciale, con tutto il traffico che ne comporta, non parla nessuno. si fa uno stadio e tutti urlano!

    1. Scritto da Indignato orobico

      Sveglia! Perchè quello di Percassi è un centro commerciale vestito da stadio. ma lei dove vive?

      1. Scritto da claudio

        Già perchè la coop ( bella quella ) e iperstorfamila sono due villette a schiera…ma li tutto ok sai le coop poi non si toccano mi raccomando..Se si parla di viabilità ok posso essere d’accordo…ma non vengano a raccontare dei negozi che ormai quelli sono spariti da vent’anni. Io sono di Dalmine e dico al sindaco di preoccuparsi del comune va che è meglio. Ps. l’antenna serve per sventolare la bandiera Italiana ..ma il 25 Aprile…nulla complimenti ( finito i soldi ?)

      2. Scritto da indignato orobico 2

        Bravo, lo stadio in confronto a quello che c’è attaccato fa ridere i polli.

    2. Scritto da tifoso

      …. forse perchè non c’è solo lo stadio ma anche decine di migliaia di mq di commerciale……

      1. Scritto da poeret

        area commerciale non è un supermercato, ma spiegarvelo è inutile, allo stadio sarebbero annessi ristoranti e bar (fruibili tutta settimana) cosi come negozi sportivi, campi da calcetto e/o piscina, spa e altre strutture per tener vivo il tutto durante la settimana..domanda, ma siete mai usciti da BG? Avete mai visitato uno stadio all’estero? Cmq non preoccupatevi..qualche chiesa la costruiremo ancora, anche qualche oratorio..e li naturalmente pagherà il pubblico, non il privato. Che città..anzi cittadini tristi..

      2. Scritto da aldo

        perchè secondo te c’è penuria di centri commerciali ?

      3. Scritto da gigi

        …..forse perchè occupare spazi e risorse per 20 domeniche non ne val la pena ..se poi si va in B……………

    3. Scritto da gigi

      forse perchè dello stadio non importa nulla a nessuno ! è cosi difficile capirlo ?

    4. Scritto da sherwood

      Verissimo, basta vedere la sfilza di supermercati esistenti ed in progetto sulla ex-575 e nelle zone adiacenti… il Sig. Monti insegna che la gente, alla domenica, deve andare al supermercato, anzichè dedicarsi ai valori veri e allo sport. Ma quante città possono avere un parco dello sport a costo zero per le casse della collettività ? E specialmente in questo periodo abbiamo bisogno di imprendintori che investono !

    5. Scritto da Matteo

      Monica..sai che hai pienamente ragione?? io credo che lo stadio dove sia ora crea disagi non indifferenti…ma qui a bergamo tutti parlano e si fasciano la testa ancor prima che venga il mal di testa. costruiamo sto benetto stadio e palazzetto, poi possiamo vedere di sistemare qualcosa o meno non credi?? e’ mai possibile che qui non si fa mai nulla e perdiamo occasioni, sbocchi lavorativi, trattenimento turistico ecc?? ma come dici te per un centro commerciale non si interpella mai nessuno e si costruisce in fretta e furia…speriamo che almeno questa cittadella dello sport venga realizzata…

    6. Scritto da Gianluca

      perfettamente d’accordo,tutti bravi a parlare (e prendere voti) poi…….
      facciamolo in Svizzera che magari sono tutti contenti