BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Vivere Curno, Perlita Serra anti Gandolfi e Lega

“Vivere Curno”, questo il nome scelto dai componenti della lista civica, si affiderà a Perlita Serra.

Non sarà un volto nuovo a guidare la coalizione di centrosinistra che si presenterà alle prossime elezioni di Curno. “Vivere Curno”, questo il nome scelto dai componenti della lista civica, si affiderà a Perlita Serra, già assessore della Giunta Morelli e ora consigliere comunale di opposizione. Una garanzia di sobrietà e professionalità in un panorama politico come quello di Curno caratterizzato da lotte intestine che hanno riempito le pagine dei giornali negli ultimi cinque anni. Serra sarà sostenuta da Partito democratico, Italia dei Valori e da tutta l’area della Sinistra. Un mandato non vincolato dalle decisioni partitiche, ma frutto di un percorso partecipato iniziato più di un anno fa. I fondatori di Vivere Curno negli ultimi dodici mesi hanno incontrato le associazioni del territorio, il mondo del volontariato, esponenti della società civile per capire cosa e come cambiare nell’amministrazione del paese alle porte di Bergamo. Il risultato è un manifesto programmatico che verrà presentato nei prossimi giorni in cui si concentrano le idee delle oltre cinquanta persone parte attiva nel progetto. La candidatura è venuta da sé, visto che Perlita Serra è da anni impegnata nella politica curneese. Dovrà vedersela con la lista guidata dal sindaco uscente Angelo Gandolfi, che punta a una riconferma nonostante le traversie amministrative del mandato, e la Lega Nord pronta a presentare il suo candidato a breve. Tra i due litiganti il terzo gode? Solo le urne potranno dirlo, anche se è indubbio l’acceso confronto nel centrodestra non può che favorire chi sta dall’altra parte della barricata. Perlita Serra punta sulle idee: quali siano lo dirà a candidatura ufficializzata, anche per rispetto delle persone che la aiuteranno in campagna elettorale e, in caso di vittoria, nel mandato amministrativo. Nel frattempo ha lasciato la carica di presidente dell’assemblea provinciale del Partito democartco. Al suo posto il consigliere comunale di Bergamo Marco Brembilla.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da paolin

    trovo quantomeno indelicato che concludiate l’articolo dicendo che perlita serra sarà sostituita, alla guida del’assemblea provinciale del PD, da marco brembilla. vero infatti che questa è la proposta che verrà formulata; ma vero anche che l’assemblea si riunirà il 5 marzo per procedere alla sostituzione; e alcuni dei componenti ancora non sanno quale sarà il nominativo proposto.

    1. Scritto da Perlita Serra

      Concordo pienamente: questa anticipazione può essere comprensibile dal punto di vista giornalistico, ma risulta irrispettosa dell’assemblea provinciale – a cui non è pervenuta alcuna proposta ufficiale – e di Marco Brembilla se l’assemblea, nella propria autonomia decisionale, dovesse decidere altrimenti. Me ne rammarico.

  2. Scritto da Pluto

    Mi sa che riesce perfino a perdere pure contro Gandolfi e Pedretti con la superbia che l’attanaglia. A Curno le primarie non esistono. Esistono solo le congreghe. Cattiva scelta.

  3. Scritto da menomale

    …..gioiscono Lega e Gandolfi, contro Perlita Serra quasi impossibile perdere..!!!

    1. Scritto da Occhio a sottovaluttare

      Io non gioisco e non gioiscono nemmeno i vertici, credimi
      Proprio uno dei capetti del PDL di Curno da tempo teme la candidatura della Serra.
      Anche perchè, non avendo una storia di sinistra alle spalle (tipo Bepi) potrebbe prender voti anche a noi.
      Poi se il gioco è temere e stimare in privato e attaccare in pubblico va bene.
      Non so quanto possa giovarci, ma va (quasi) bene.
      Contro Perlita Serra sarebbe stato meglio candidare una donna di peso come Alessandra Salvi.
      E magari, dopo tanti anni, avremmo avuto anche una campagna elettorale civile e un candidato da spingere con forza.
      Non credo che Gandolfi abbia le armi per contrastarla.
      Vedremo

  4. Scritto da Aristide

    Il logo non è male: ricorda “La linea”, personaggio irascibile di un cartone animato dei vecchi caroselli televisivi, il quale si esprimeva in una sorta di grammelot milanese e faceva la pubblicità delle pentole a pressione, se ricordo bene. Ma il fatto che ricordi “La linea”, non è un difetto: è una citazione, a suo modo, colta. L’importante è che i viveur(s) non siano altrettanto irascibili. Avendo dato a Cesare quel che è di Cesare, mi domando: ma perché cambiare logo e nome, se il gruppo si presenta con le stesse caratteristiche del vecchio rassemblement “Insieme per cambiare Curno”? In alternativa: in che cosa differisce la nuova lista dalla vecchia?

    1. Scritto da Mattia Maggioni

      per il momento mi pare che l’unico elemento di continuità sia proprio il candidato sindaco, per il resto aspetterei la presentazione della lista e del programma, ma dubito che si tratti di una semplice “versione 2.0” dell’esperienza precedente…..detto ciò credo che “insieme per cambiare curno” abbia fatto molto e bene per il paese ( Cicero pro domo sua….) e che Perlita Serra potrà essere un sindaco eccellente tanto per le sue competenze quanto per le sue qualità personali. Personalmente le auguro il miglior successo

      1. Scritto da Aristide

        I vecchi caroselli televisivi furono girati in sordina, talora, da registi famosi (come Fellini e Olmi) o interpretati da personaggi di spicco come il premio Nobel per la letteratura Dario Fo. Con riferimento a quanto ho scritto sopra, riguardo all’apparentamento della grafica del logo di “Vivere Curno” con quella della “Linea” irascibile (vedi sopra), faccio presente di aver caricato nel blog Nusquamia (http://nusquamia.wordpress.com/) uno di quei vecchi “caroselli”. Così il lettore potrà giudicare se ho detto bene, o no. Dedicato ai vecchi appasionati della TV in bianco e nero e ai giovani appassionati di grafica.

        1. Scritto da Abì

          A lei dovrebbe far piacere.
          non perchè sia un avversario facile per il suo pupillo (anzi è forse il più tosto) ma perchè è donna determinata, ma anche acculturata.
          Perlita è parte della Comunità, è concreta e preparata (quanto lo era Annamaria) e, se sarà eletta, farà davvero molto bene.
          A Giuseppe dico arrivederci dopo le elezioni.

  5. Scritto da cittadino di curno

    Trita e ritrita sempre la solita minestra a curno ma gente nuova no?
    forse loro non ricordano le belle opere fatte vedi piazza vittoria scuola ecc. quando curno era governato da loro, almeno gandolfi non ha fatto nulla trante che tenesi stretta la sedia

  6. Scritto da Giuseppe

    La solita sinistroide dell’apparato del PD che ancora una volta perderà…certo che questi del PD mica la capiscono…

  7. Scritto da Giuseppe

    State Attenti Cittadini di Curno che se votate
    un cugino alla lunga di Pisapia sapete che fine fate.

    Vade Retro SINISTROIDI !!!

  8. Scritto da Forza Perlita

    Perlita è il candidato giusto.
    E anche molto temuto dal centro destra.
    La superbia di cui si parla esiste solo nella testa di chi non la conosce (e lo stesso dicevano della Morelli, salvo poi riabilitarla non appena non si è ricandidata).
    La squadra eccellente (ma verrà svelata a suo tempo.
    Il gruppo compatto.
    Con chi si alleerà la Lega non lo so.
    E non si è nemmeno capito se Gandolfi sarà sostenuto dal PDL.
    Staremo a vedere.
    In Bocca al Lupo perlita

  9. Scritto da Marco

    Diciamo che ne abbiamo viste e lette http://www.testitrahus.it/Occasione_mancata.htm delle belle. Il futuro probabilmente ci riserverà ancora dei “confronti” dei quali nessuno trarrà benefici?

    1. Scritto da Marcello F.

      Davvero Marco.
      Di cotte e di Crude ne abbiamo viste.
      Manifesti sul leviatano. Sparagandolini, citazioni di De Chirico, Manifersti in Dialetto, seghe mentali sulla capacità di linguaggio degli avversari (inglese, italiano, latino, tedesco)
      Attacchi personali, menzogne, tutto.
      Ora basta.
      Ben venga una persona che parla in modo chiaro, scrive in italiano, e ci dice le cose come stanno.
      Io non so voi.
      Ma gli ultimi due anni mi han proprio stufato il Sindaco, Aristide, il Pedretti, il Fassi e tutte le loro beghe.
      Non ne voglio sentire più.

  10. Scritto da cittadina di curno

    Sono una delle “oltre cinquanta persone” che sta collaborando da più di due anni al progetto della nuova lista civica di Curno. Sono “nuova” alla politica. Per ora, posso dire di aver con soddisfazione condiviso un percorso in cui tutti abbiamo avuto la possibilità di mettere al servizio del gruppo promotore (e speriamo del paese in futuro) idee, competenze e disponibilità. Non ho incontrato persone superbe ma persone disposte al confronto, alla critica costruttiva e all’ascolto. Forza ”Vivere Curno” e forza “Perlita”.

  11. Scritto da MGN

    Anche io sono una delle oltre 50 persone che hanno partecipato al progetto.
    Leggo che qualcuno parla di sinistrorsi e robe del genere.
    Io non ho mai fatto politica e mai avuto una tessera (come me molti nel gruppo allargato).
    Il percorso è partito da lontano e Perlita è emersa con forza come il candidato migliore.
    Le abbiamo tutti chiesto di candidarsi a sindaco.
    Le primarie sono senz’altro una possibilità.
    Quando sono serie.
    Se il candidato è forte e tutti si sentono rappresentati, inventarne uno per fare delle primarie tarocche che senso ha?
    Quanto ai partiti:
    Appoggiano ma non interferiscono. Così è stato dichiarato e così è

  12. Scritto da Massimo Conti

    Intervengo a commentare questo Articolo.
    Perlita ha tutto il mio appoggio e l’appoggio di tutto il Gruppo.
    Penso sia un candidato eccellente, come lo è stata, a suo tempo Anna Maria Morelli.
    Davvero penso che possa fare un bel lavoro e rappresentare tutti i cittadini di Curno.
    Fasi di questo tipo si sprecano in tempi di elezioni ma ritengo che sia davvero così.
    Poi una parola anche sul percorso che è stato fatto per avvicinare i cittadini al progetto, sentire gli attori sul territorio ed elaborare un programma.
    Un percorso lungo, e partecipato, ma che alla fine ha dato i suoi frutti:
    un gruppo coeso che si è costruito nel tempo e che è man mano cresciuto.
    Grazie Perlita e Grazie a Tutti.

    1. Scritto da Aristide

      Max Conti ci dice che lui è d’accordo, che sono stati sentiti gli “attori” sul “territorio” e che il percorso è “partecipato”. Per carità, sarà anche così. Mi rendo conto che è difficile essere originali, so bene che non è nemmeno obbligatorio essere originali. Qualche volta addirittura mi è capitato di difendere i luoghi comuni (quando sono i “topoi” e sono corretti). Però uno sforzo minimo per dire cose e non parole dovrebbe pur essere fatto. Meglio non essere compresi perché si dice qualcosa di difficile (come quando rimproverai un giornalista di non essere “bayesiano” e lui volle insegnarmi che invece…), che dire parole facili come “percorso partecipato” che non significano niente.

      1. Scritto da Massimo Conti

        Partecipato vuol dire che loa gente non si è limitata a presenziare ma, ciascuno con le proprie idee e le proprie esperienze, ha dato un contributo.
        Del resto se è (e ne son lieto) così curioso, non le resta che aspettare il programma.
        Le auguro una serena serata.

    2. Scritto da Tango

      Vorrei consigliarvi di dare un’occhiata alle preferenze prese dagli ex assessori della giunta Morelli quando perse le elezioni tentando il 2* mandato. Mi pare che stessero tra le 10 del vicesindaco le 70 della Perlita(che era stata pluriassessora: scuola sport cultura, il massimo del clientelismo comunale) con un 94 dell’ex sindaco. Dopo una tale botta venire a ripresentare persone che fecero della spocchia e dell’arroganza il loro biglietto da visita ( e la causa primaria della sconfitta) mi pare un atto di coraggio o una
      provocazione oppure masochismo. E le primarie quando le avete fatte? All’oratorio oppure al bar ?

      1. Scritto da Delta

        Il mondo è bello perchè è vario.
        Pensala un pochino come ti pare.
        A tutti è stato dato modo di partecipare e di candidarrsi (anche a sindaco).
        le primarie cosa sono?
        Una competizione tra due o più candidati. Quando ci sono, però.
        Gandolfi le ha fatte le primarie?
        Mi risulta che non abbia nemmeno chiesto agli alleati:
        Il candidato sindaco sono io, punto e basta.
        E guai a chi mi contesta.
        Eppure mi risulta che qualcun altro fosse interessato.
        Per paura di ciò è uscito sui giornali con una autoinvestitura.
        Non mi venire a dire che, invece, questo metodo ti pare buono e giusto
        Ciao

        1. Scritto da Tango

          Guardi che non ho chiesto le primarie nel PdL ma nell ‘area del candidato Perlita. Il PdL fa quel che meglio crede con o senza Gandolfi. Nel PdL trafficano pacchi di tessere per costruirsi le maggioranze o le candidature. Perché’ il CSX non ha fatto le primarie per trovare il candidato sindaco di Curno? Cosa hanno da nascondere con queste conventicole?

          1. Scritto da Delta

            Sei duro…
            Ti scrivo in maiuscolo così capisci:
            IL GRUPPO HA CHIESTO A PERLITA DI CANDIDARSI.
            PERLITA HA ACCETTATO, MA HA SOLLECITATO EVENTUALI CANDIDATURE ALTERNATIVE.
            IN MODO DA ARRICCHIRE IL DIBATTITO E MAGARI PER FARE DELLE BELLE PRIMARIE (DI CUI PERLITA E’ ENTUSIASTA).
            QUESTE CANDIDATURE NON SONO EMERSE.
            NON PERCHE’ NON CI FOSSE GENTE VALIDA, MA PERCHE’ PER UN MOTIVO O PER L’ALTRO PERLITA PIACEVA A TUTTI DI PIU’.
            CREDI CHE SIAMO SCEMI? SE CI FOSSERO STATE LE PRIMARIE PERLITA AVREBBE STRAVINTO COMUNQUE E NOI AVREMMO GUADAGNATO (GRATIS) UN MUCCHIO DI VISIBILITA’.
            MA SIAMO STATI TUTTI DACCORDO SU UN PONTO.
            FARE LE PRIMARIE TANTO PER FARLE, CON UN FINTO AVVERSARIO E’ UNA PRESA IN GIRO.

          2. Scritto da Tango

            Primo non alzare la voce scrivendo maiuscolo che ci sentiamo tutti benissimo. Secondo non avete fatto le primarie per nascondere il casino che avete tra di voi. Terzo: il tuo modo di rispondere copia esattamente l’atteggiamento spocchioso del tuo candidato.quarto: quando non si fanno le cose al sole ma nel segreto delle stanze di scambio politico non si va da nessuna parte.l’area del CSX a Curno aveva gente migliore, piu’ preparata e meno spocchiosa della vostra scelta.In questo modo simulate la gente a stare a casa.

          3. Scritto da Delta

            Dai Tango, non prendertela.
            Poi io ho un problema alle corde vocali.
            La voce non la posso alzare.
            Sei male informato però.
            Quale casino?
            Le uniche voci che ho sentito erano state messe in giro dal sindaco.
            Me lo hanno confermato direttamente due membri della giunta.
            Perchè vedi, tango. nessuno di loro tiene mai la bocca chiusa.
            Sono incontinenti.
            Il casino a me piace, di tanto in tanto, ma non ce n’era.
            la gente preparata che tu dici c’è di sicuro, ho in mente diverse persone.
            Ma anche loro hanno chiesto a Perlita.
            Li vuoi obbligare a candidarsi?
            Quanto alle stanze segrete…in una riunione è arrivato perfino Aristide.
            Forse ti confondi con gli idealisti che si riuniscono solo ad invito.

          4. Scritto da Aristide

            Io non m’impanco a maestro di bon ton, sia perché non riconosco altrui l’autorità d’insegnarmelo, sia perché questa pseudo-ideologia mi fa — diciamo così — sorridere. Anche perché, a differenza di Lina Sotis e della contessa Francesca Vacca Agusta non ho frequentato l’istituto delle Orsoline di viale Majno, Milano (ragazze stupende, però: ai tempi, s’intende). Dunque, figuriamoci se voglio insegnarlo, proprio io, il bon ton. Però un minimo di rispetto delle forme ci vuole, questo sì. Secondo me non si dovrebbe dire “Perlita”, ma “dott.ssa Perlita Serra”. Ricordo che Concita De Gregorio in una trasmissione televisiva (da Lerner?) non gradì di essere chiamata Concita, e basta. Aveva ragione.

  13. Scritto da MARIO

    MA VOI DEL PD FATE ALLEANZA CON IL PDL?

    1. Scritto da Massimo Conti

      Buonasera Mario
      Le consiglio di leggere l’articolo di oggi, proprio qui su BG news con le dichiarazioni di Gabriele Riva circa i rapporti PD PDL.
      Gli “inciuci” col PDL non son previsti.
      In ogni caso il Circolo di Curno del PD ha dato, sin dal principio, il suo appoggio al progetto Vivere Curno.
      Un appoggio convinto.
      Il progetto non vede presente il PDL.
      Del resto mi sembra che il PDL di Curno (vedi BG news della scorsa settimana non smentito dal PDL locale) stia valutando un appoggio alla candidatura di Gandolfi.
      Se ha letto le nostre comunicazioni ai cittadini degli ultimi anni, si sarà fatto l’idea del nostro giudizio dei 5 anni di Governo PDL-Lega a Curno.
      Un giudizio negativo.

  14. Scritto da daniela p.

    Da Mozzo, con invidia, un sincero in bocca al lupo!

    1. Scritto da CURDOMO

      E noi di Curno vi facciamo in Bocca al Lupo.
      Ci sentiamo vicini.
      Non solo perchè i dua comuni hanno una storia parallela, ma anche per la vostra presenza (di alcuni di voi) al nostro percorso.
      In Bocca al Lupo.

      1. Scritto da Gianluigi

        Speriamo in un futuro di collaborazione tra paesi confinanti. Con i tempi che corrono, + servizi comuni (dove possibile) + risparmi e chi ci guadagnerà saranno i nostri concittadini. Anche questa è politica.

  15. Scritto da con amore a Giuli

    hai hai hai Aristide: stavolta la tua GIULI mi sa ma la combinata molto grossa . hai hai hai.

  16. Scritto da Alfredo G.

    Dott.ssa Serra le rivolgo una richiesta..
    Ho letto il nuovo penoso capitolo della saga Gandolfi-Pedretti.
    Se non fosse per loro due, della Moschea non avre mai sentito parlare.
    non saprei nemmeno dove sia esattamente.
    Ma le volevo formulare una domanda..
    Non sono un elettore della Sua area politica.
    In passato ho votato Gandolfi, una faccia nuova.
    Questa nostra cronica divisione, non mi da fiducioso in una vittoria.
    Poi di chi?
    Ancora Gandolfi, oppure di un gruppo che fa capo a Pedretti?
    Potrebbe spuntarla lei.
    E mi porto avanti.
    Che prospettive da a noi moderati ?
    Dovremo scegliere ancora Gandolfi o Pedretti?
    La sua sarà una consigliatura ideologica o centrata sui problemi pratici?
    Ci dica

    1. Scritto da Perlita Serra

      La nostra non è una lista ideologica, ma una lista con molte idee e con le competenze necessarie a realizzarle. Mi auguro che Lei e molti cittadini perplessi partecipino alle diverse occasioni di confronto e di scambio di opinioni che offriremo nelle prossime settimane in luoghi diversi del paese

  17. Scritto da Via Zaccagnini

    Sento alcuni amici che criticano la scelta della Serra.
    Ci può Stare.
    Non La conosco.
    So che è in minoranza.
    Un altro mi dice che non è nativa di Curno.
    Occhio che le famiglie native di curno son poche.
    Guardate i quartieri nuovi (io sto in via zaccagnini) non so chi ci abita, ma molti sono di recente cittadinanza.
    Questo non è un ragionamento.
    Almeno loro un candidato l’hanno scelto.
    Senza le primarie, ma un gruppo di persone si è riunito e ha deciso a quanto so.
    E noi?
    Possibile che nessuno ci chieda conto di chi preferiamo candidare?
    Mi dicono che ci sono quasi 200 tessere PDL fresche fresche.
    Almeno loro li abbiamo sentiti?
    O servono solo per i congressi?

  18. Scritto da Avanti Perlita

    Solo un commento.
    Plaudo alla candidatura di Perlita che però, per come la conosco, faccio fatica a definire anti questo o anti quello.
    Perlita è donna coraggiosa e tosta, la sua storia personale parla chiaro, ha dovuto imparare ad arrangiarsi da sola dall’oggi al domani.
    Le movenze da gentildonna un pochino agé non ingannino.
    E’ forse la persona più determinata che io conosca.
    Con la squadra giusta farà molto bene.
    Stiano tranquilli anche gli amici “moderati” o “conservatori” che scrivono.
    Per quel che so Perlita non è mai stata comunista.
    E certo non lo è oggi.
    Poi i 10 anni trascorsi in amministrazione (anche gli ultimi 5, anzi sopratutto questi) l’hanno messa nella giusta traiettoria.

    1. Scritto da Aristide

      «È forse la persona più determinata ch’io conosca»: è sicuro che questo sia un complimento? O, semplicemente, un apprezzamento positivo? Plinio il Vecchio, che scrisse «Solum certum, nihil esse certi», “L’unica certezza è che non c’è niente di certo”, non sarebbe d’accordo. Non lo sarebbe neanche Montaigne, che fece incidere a fuoco questa sentenza in una trave dello studio che occupava nel castello di famiglia, a Saint-Michel-de-Montaigne. Dunque, se niente è certo, come si può essere determinati? In campo scientifico poi, e non solo nella fisica delle particelle, la “determinazione” suona poco meno che una bestemmia.

  19. Scritto da Tom Trombadil

    Vorrei sapere che fine a fatto la signora Morelli, ci sarà in lista oppure no ? sento delle strane voci in giro.

    1. Scritto da Trombagand

      Chiamala.
      Il numero è sull’elenco.
      STRANE IN CHE SENSO?
      L’ho incontrata pochi giorni fa e mi sembrava normale e in forma.

  20. Scritto da Aristide

    Nella lista dei candidati presentati dalla lista “Vivere Curno” sono rispettate le quote rosa e le quote azzurre? A Bergamo il problema delle quote rosa si è posto drammaticamente, precisamente in relazione all’abbandono, da parte della dott.ssa Serra, della carica di presidente (presidentessa) dell’Assemblea. L’ipotesi di una successione di “genere” maschile (“genere” = quel che una volta si diceva sesso) ha sollevato un putiferio. E’ possibile che a Curno il problema si riproponga, magari di segno contrario? Suggerirei (se posso) alle “persone di genere maschile” (= maschi) della lista “Vivere Curno” di sottoscrivere un documento attestante l’impegno a non far rivendicazioni di “genere”.

    1. Scritto da Fiocco rosa

      Perchè non pensa alla sua di lista?
      Ora, se non esiste il problema delle quote rosa poni quello delle quote azzurre?
      Nei 13 in consiglio eletti col gandolfi ci sono 3 quote rosa (Donizetti, Trabucchi, Carrara) e 10 azzurre.
      In giunta sono 2 su 7
      Che fine han fatto le 4 rosa mancanti? e i due assessori rosa mancanti?
      C’è anche un assessore alle pari opportunità: Tal Carrara
      Ma nei fatti?
      E sopratutto..

      Mi gira gli estremi della battaglia che lei ha fatto per riequilibrare le quote gandolfi?
      Grazie mille per la sollecita risposta, in mancanza della quale trarrò, su quanto scrive, un giudizio definitivo.

      1. Scritto da Aristide

        Lei scrive con toni accesi, io risponderò con toni garbati. Non ho liste proprie. Sono contrario alle quote rosa, alle quote azzurre e alle quote fucsia. Se fossi donna, approfondirei gli argomenti portati da Camille Paglia, femminista storica, contro una visione delle cose, in particolare per quanto riguarda il mondo delle donne, improntata all’etica protestante del capitalismo. Non essendo donna, sono rimasto fermo a una lettura giovanile: M. Young, ‘The rise of the meritocracy’. Credo nell’intelligenza, nella cultura e nell’onestà (anzi, nell’onore), sono indifferente alle questioni di sesso (pardon, genere!), razza, religione ecc. Sono per la razionalità, contro l’esoterismo totalitario.

        1. Scritto da Fiocco azzurro

          E intanto hai perso un’altra occaisone per dire qualcosa.
          Addio

          1. Scritto da Aristide

            Ma chi è costui? Il Grande Inquisitore di Dostoevskij? Un piccolo attaccabrighe di Curno? In ogni caso, non facciamoci ingannare, non è della c.d. sinistra, anche se voleva passare per uno o una di quell’area. Le persone della c.d. sinistra (si dice “persone” per non dire “uomini”, che potrebbe suonare maschilista: così ho appreso leggendo un libro americano) una volta tanto potrebbero esprimermi gratitudine, per aver sgombrato il campo dagli equivoci.

    2. Scritto da Pluto

      Aristide… pensa alle quote rosa nel consiglio comunale e nella giunta del tuo Comune (Trezzo d’Adda) e non alle questioni di Curno. Tu con Curno non hai nulla a che fare perché’ non voti qui, perciò’ vai a fare la maestrina bla bla bla a casa tua. Ne abbiamo piena l’anima degli insulti di cui ci gratifichi. Scio scio.

  21. Scritto da Tom Trombadilt

    ma che fine ha fatto il Cangelli !? non lo vedo in lista quota IDV, è stato trombato !?