BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Consorzio BBM “Noi parte lesa”

Il Consorzio BBM è completamente estraneo alle ipotesi di reato in corso di accertamento, non è destinatario di alcun provvedimento di natura giudiziaria ed è, invece, parte lesa.

Il Consorzio BBM chiarisce la propria posizione a seguito delle vicende giudiziarie emerse in questi giorni.

Due aree di cantiere sono state poste sotto sequestro a seguito di un’indagine che ci vede parte lesa a causa dell’operato di un’impresa affidataria. Secondo quanto riportato nel decreto di sequestro, l’impresa in questione avrebbe fornito e messo in opera materiale, non previsto dal contratto, inducendo in errore il consorzio BBM, dal momento che il materiale stesso era stato regolarmente autorizzato da tutti gli enti competenti, come chiaramente riportato nel verbale di sequestro.

Il Consorzio BBM, Contraente Generale del Concessionario Brebemi, precisa che il sequestro riguarda le aree di sedime dell’autostrada in corso di costruzione a partire dal fiume Oglio fino alla provincia di Milano (fine competenza Brebemi). Il Consorzio BBM è completamente estraneo alle ipotesi di reato in corso di accertamento, non è destinatario di alcun provvedimento di natura giudiziaria ed è, invece, parte lesa. Il Consorzio BBM si è già messo a disposizione degli organi inquirenti per la raccolta del materiale utile ai fini dell’indagine e  precisa, altresì, che le forniture oggetto delle indagini sono state regolarmente autorizzate e che per il materiale utilizzato sono state prodotte tutte le certificazioni di legge.

Considerato l’impatto di quanto occorso sulle lavorazioni in essere e sulle maestranze impiegate, sono attualmente in corso contatti con le organizzazioni sindacali per la valutazione congiunta delle iniziative da porre in atto; parallelamente, sono stati attivati i propri legali per verificare la sussistenza dei presupposti necessari ad avanzare istanza di dissequestro delle aree di lavoro che non hanno alcuna attinenza con i fatti oggetto di indagine.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.