BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Shade, da tutta Italia a Treviglio per i giganti della techno fotogallery

Sul palco mostri sacri del genere come Chris Liebing, Solomun e il guru Sven Vath

Torna l’atteso Shade Music Festival. L’evento che per 48 ore trasformerà Treviglio e Osio Sopra nelle capitali italiane della musica techno, portando sul palco mostri sacri del genere come Chris Liebing, Solomun e il guru Sven Vath.

Il maxi evento, arrivato alla sua quinta edizione e per la prima volta organizzato nella capitale della Bassa, si alternerà tra il PalaFacchetti di Treviglio – dove le casse hanno iniziato a suonare ufficialmente dalle 16 – e la discoteca Bolgia di Osio Sopra, fino alla chiusura ufficiale del festival, nel pomeriggio di domenica dieci giugno. Delle navette faranno spola tra Treviglio e Osio Sopra e viceversa per permettere lo “switch” dei presenti tra le due location.

Moltissimi i giovani e i giovanissimi che sono arrivati nella capitale della Bassa da tutta la Lombardia, e non solo, per assistere a questo evento dedicato a tutti gli amanti della musica elettronica. C’è chi è arrivato da solo armato di uno zaino e spirito d’avventura, e chi invece ha allestito gruppi super organizzati; in comune, tra loro, l’irresistibile voglia di ballare e divertirsi a suon di beat.

“Siamo venute fino qua da Trento – raccontano Sofia e Alessia – abbiamo acquistato il biglietto completo per i due giorni di festival. Siamo venute qua all’avventura, senza prenotare nessun hotel; dormiremo un po’ in macchina stanotte prima di tornare di nuovo in pista”.

“Ci siamo organizzati prenotando un hotel qui in centro – hanno spiegato Marzia e Michael, da Milano – A pranzo abbiamo mangiato una pizza veloce e poi siamo venuti qui al PalaFacchetti in attesa dell’apertura dei cancelli”.

Chi invece viene gioca in casa sono Paolo e Gabriele, rispettivamente da Covo e Martinengo, che già dal primo pomeriggio di venerdì si sono messi in coda per entrare da subito al festival: “Fortunatamente veniamo da paesi qua vicino – spiegano i due – abbiamo però optato per prendere il biglietto per una sola giornata”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.