BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ritardi alla Motorizzazione civile, le autoscuole guidano la protesta foto

Inefficienze organizzative, calo degli esami calendarizzati dalla Motorizzazione civile di Bergamo per carenza di personale e, di conseguenza, tempi biblici per fare la patente. La denuncia delle scuole guida di Bergamo

Calo degli esami calendarizzati dalla Motorizzazione per carenze di personale e, di conseguenza, tempi biblici per fare la patente. Inefficienze organizzative.

Protesta alla Motorizzazione civile

Sono i motivi che hanno portato una settantina di titolari di autoscuole della bergamasca (sulle 120 totali), dinanzi alla Motorizzazione civile di Bergamo, per protestare contro i rallentamenti -ormai cronici- che da mesi si verificano presso gli uffici ministeriali del territorio.

“Una situazione -spiega Marco Sambinelli, presidente della Cooperativa orobica autoscuole bergamasche–, quella che da tempo si registra a Bergamo, che sta arrecando notevoli disagi alla categoria, a cui non vengono garantite le sedute d’esame”.

Ad inquadrare la situazione i numeri degli esami a dir poco drammatici: a febbraio si è registrato una riduzione del 22% rispetto al fabbisogno, a marzo del 49%, a maggio del 38% (gli esami vengono messi in calendario il mese precedente). Il picco è stato toccato ad aprile con una riduzione degli esami del 57%.

“Abbiamo bisogno di milleseicento sessioni per la teoria e millecinquecento per la pratica. Ad oggi disponiamo di millecento per la teoria e ottocentosettanta per la pratica”. Numeri che si riflettono sui tempi per conseguire la patente: dalla data di superamento dell’esame di teoria all’esame di guida passano più quattro mesi.

Numeri che riflettono la carenza di personale. “Negli ultimi quindici anni – continua Sambinelli – sono andati in pensione una quindicina di addetti della Motorizzazione Civile di Bergamo. A questi si aggiungono altri tre funzionari sospesi. Tutte persone che non sono state ancora rimpiazzate”. Il timore, poi, delle autoscuole è che con l’approssimarsi dell’estate possano aumentare i disagi con la cancellazione delle date d’esame ed un’aggravarsi delle attività delle scuole guida.

“Purtroppo sempre più frequentemente dobbiamo giustificare ai ragazzi che vogliono conseguire la patente l’impossibilità di sostenere la prova d’esame in tempo ragionevoli”. Ripercussioni non solo per coloro che vogliono ottenere la patente di guida ma per le stesse autoscuole. “Questa situazione – evidenzia Sambinelli amareggiato – costringerà le aziende a prendere provvedimenti anche nei confronti dei dipendenti”.

Il presidente della Cooperativa orobica autoscuole bergamasche avanza alcune proposte: “Una soluzione plausibile potrebbe essere la chiusura al pubblico degli uffici per consentire al personale amministrativo della Motorizzazione lo svolgimento delle pratiche burocratiche e delle prove pratiche d’esame. Un’altra soluzione, anche se temporanea, potrebbe essere il personale preso in “prestito” da altre province”.

Per affrontare e risolvere questi problemi i titolari delle autoscuole della bergamasca hanno raccolto firme per chiedere un’incontro con il direttore generale della Motorizzazione civile.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.