BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

L’Atalanta allo Stone City: oltre 200 bambini incontrano Masiello, Bastoni e Melegoni fotogallery

Martedì 15 maggio Melegoni, Bastoni e lo special guest Masiello sono andati a Bolgare da “Stone City” e sono stati accolti da oltre 250 bambini delle scuole calcio del territorio

Quello di martedì 15 maggio è stato un pomeriggio molto entusiasmante per oltre 250 bambini bergamaschi che hanno avuto l’oppotunità di vedere dal vivo alcuni dei giocatori della squadra della loro città: stiamo parlando di Alessandro Bastoni, Andrea Masiello e Filippo Melegoni, rispettivamente difensori centrali (i primi due) e centrocampista (l’ultimo) dell’Atalanta.

I tre calciatori, infatti, hanno preso parte all’evento organizzato da Granulati Zandobbio al proprio parco espositivo “Stone City” e si sono sottoposti alla raffica di domande che i giovani aspiranti calciatori delle 8 società sportive presenti – Trescore, Bolgare, Entratico, Carobbio, San Leone, Montello, Zandobbio e Calcinate – si erano preparati.

I primi ad entrare sono stati Melegoni e Bastoni, i quali pronti via si sono trovati a dover rispondere a tantissime domande delle tipologie più varie: dalla squadra preferita alla dieta che un calciatore deve seguire, passando per l’emozione di debuttare in Serie A (entrambi hanno esordito contro la Sampdoria), per il carattere di Gasperini o per i segni scaramantici da fare prima di entrare in campo. Il tutto è stato moderato dal noto speaker Francesco Brighenti e ha visto la presenza, oltre che del “Club Amico dell’Atalanta diversamente abili” di Bolgare, anche del Mago Mike, che prima dell’arrivo dei calciatori ha coinvolto i bambini con sorprendenti trucchi di magia e con delle prove di intelligenza.

A sorpresa, poi, è arrivato anche un terzo giocatore: si tratta di Andrea Masiello, autore di goal importanti (ultimo dei quali contro il Milan al 92’) e colonna inamovibile della difesa bergamasca. Il numero 5 nerazzurro ha dichiarato: “Volevamo fare di tutto per tornare in Europa League e ci siamo riusciti. Nel girone in cui siamo capitati abbiamo affrontato squadre importanti in stadi altrettanto importanti”.

Due parole infine anche sulla Nazionale: “Ogni calciatore spera di arrivare in nazionale perché è il simbolo del lavoro che ognuno di noi fa quotidianamente. La Nazionale va però rifondata e speriamo che torni ad alti livelli: abbiamo molti giovani italiani che possono dire la loro, e se guardo la rosa dell’Atalanta credo che molti dei miei compagni potrebbero farne parte”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.