BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Teamitalia

Informazione Pubblicitaria

L’alpinista bergamasca Eleonora Delnevo al MiMoFF

Giovedì 26 ottobre al festival interverrà Eleonora Delnevo, rimasta paralizzata in un incidente mentre saliva una cascata di ghiaccio in Trentino nel 2015. Una “campionessa di tenacia” che non ha mollato e ha tentato la scalata di El Capitannella Yosemite Valley in California (2.307 metri).

Più informazioni su

Nell’ambito del MiMoFF Eventi, si terrà giovedì 26 ottobre una serata di proiezione di film tratti dai Film Festival di Sestriere, Pontresina e Temù 2017, facenti parte del Circuito Spirit of the mountain organizzato dall’Associazione Montagna Italia.

MiMoFF eventi è un contenitore di iniziative (artistiche, cinematografiche, sportive) dedicate alla montagna di cui, in primis, fa parte il Film Festival di Milano, anch’esso facente parte del Circuito Spirit of the mountain sopracitato.

Giovedì alle 20.45 al cinema Arca di Milano interverrà l’alpinista bergamasca 35enne Eleonora “Lola” Delnevo, rimasta paralizzata in un incidente mentre saliva una cascata di ghiaccio in Trentino nel 2015.

Una “campionessa di tenacia” che non ha mollato e ha tentato la scalata di El Capitannella Yosemite Valley in California (2.307 metri con una parete verticale di circa mille metri su cui sono state aperte 70 vie), con passione e determinazione e grazie al sostegno dei suoi amici.

La sconfitta è solo un buon motivo per tornare a sognare.”dichiara Lola “Ho tutta l’intenzione di rimettermi in parete e sto elaborando altri progetti e avventure”.

Ho sempre avuto il vizio di una vita frenetica” continua Eleonora “e dopo l’incidente non è stato facile ma ho capito che avrei potuto vivere tante emozioni ugualmente, bisogna solo organizzarsi bene. Ogni scusa è buona per stare in giro all’aria aperta. Ho bisogno di scappare e uscire, vedere il mondo, la natura, le montagne e gli ambienti selvaggi”.

Eleonora non si mai è fatta prendere dallo sconforto e ha scoperto che l’ambiente della montagna e delle grandi pareti continua a darle una grande energia. “Questo obiettivo mi ha aiutato moltissimo a tenere la mente occupata” dice Lola “e posso tornare a vivere a pieno tra gli arrampicatori con cui mi sono sempre trovata a mio agio e il cui ambiente mi mancava già moltissimo dopo l’incidente, nonostante i limiti. Mi ha aiutato molto anche dal punto di vista fisico perché mi tiene attiva, così come il lavoro”.

E da qui nasce il film “Why not”. “Perché no?“ Dice Eleonora quando le viene proposto di provare a scalare El Capitan solo con l’uso delle braccia.

Proiezione film:
Why not
Italia, 2017, 17’, Regia di Davide Grimoldi, Produzione Davide Grimoldi Visual works
Lingua: italiano, sottotitoli in inglese
Eleonora Delnevo è una frequentatrice appassionata della montagna. Nel marzo 2015, mentre sta scalando una cascata di ghiaccio in Val Daone, resta vittima di un incidente e perde l’uso delle gambe. La voglia di riprendere a fare attività fisica e di immergersi nuovamente nell’ambiente dell’arrampicata è travolgente e, già dopo pochi mesi di riabilitazione, accetta di salire, con particolari tecniche, una via sulla mitica parete del Capitan.

Permafrost
di Dennis Timm M.A. – Germania 2016, 16’- Lingua: tedesco, sottotitoli in italiano
L’alta montagna e il ghiaccio perenne stanno vivendo una continua trasformazione. Non è solo dallo scioglimento dei ghiacciai, ma da quello del permafrost, meno conosciuto, da cui potremmo avere altre sorprese.

A passo d’oro
Franco Nones – la leggenda di un fondista
Italia, 2017, 45’, Regia di Lia e Alberto Beltrami, Produzione Aurora Vision
Lingua: italiano, sottotitoli in inglese
1968: la neve di Grenoble si tinge per la prima volta d’oro per un fondista non scandinavo e Franco Nones entra nella leggenda degli sport invernali. Nato in Val di Fiemme in Italia nel 1941, dopo un inizio come ciclista, si dedica allo sci di fondo entrando nella storia dello sport. Il racconto si sviluppanelle memorie dello stesso Franco Nones e della moglie Inger, con il contributo di amici e collaboratori.
Con quest’ultima opera si tornerà indietro nel tempo al 1968, alle Olimpiadi di Grenoble e alla prima, entusiasmante medaglia d’oro olimpica di un italiano nella storia dello sci di fondo. A presentare e commentare la proiezione sarà il giornalista Roberto Serafin, in una serata che si preannuncia ricca di emozioni.

Gli ingressi saranno a pagamento a 8 euro (ridotti per i soci Edelweiss e i Partners MiMoFF 2017 a 5 euro) e potranno essere acquistati in anticipo (alla segreteria Edelweiss di Viale Umbria 126 a Milano negli orari di apertura (www.edelweisscai.it  e info@edelweisscai.it)o alla biglietteria del Cinema Arca la sera del 26 ottobre a partire dalle 18.30.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.