BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Forza Italia all’attacco: “Sull’aeroporto Gori ha perso tempo, ora decida”

"Sul futuro di Orio al Serio Gori ha perso tre anni di tempo, prima con Sea e ora Brescia e i veneti, ha cambiato parere più volte: ora decida". Alessandro Sorte, assessore regionale alla mobilità, non usa mezzi termini e tira dritto. Così anche il consigliere comunale Stefano Beningni:

Più informazioni su

“Sul futuro di Orio al Serio Gori ha perso tre anni di tempo, prima con Sea e ora Brescia e i veneti, ha cambiato parere più volte: ora decida”. Alessandro Sorte, assessore regionale alla mobilità, non usa mezzi termini e tira dritto. Così anche il consigliere comunale Stefano Beningni: “Si parla spesso del futuro di Sacbo e dell’aeroporto, ma solamente sui giornali, poco nelle sedi opportune. A questo si aggiungono le dichiarazioni confuse di Gori”.

sorte e benigni

Che cosa chiede Forza Italia? Tre i punti nevralgici. Primo: il collegamento tra Orio al Serio e Bergamo.
“Come Forza Italia abbiamo proposto di valutare la possibilità di installare una cabinovia urbana che portava benefici sia economici sia turistici – afferma Benigni -. Gori non ha voluto fare nessun approfondimento, ha tirato dritto con la scelta del treno. Ma a distanza di tre anni, siamo fermi ad uno studio di fattibilità finanziato con 8 milioni di euro. Per realizzare il collegamento su rotaia con la città ci vorranno 170 milioni di euro, oltre alle promesse e alle dichiarazioni non resta molto altro”.
Il secondo punto sul quale punta il dito Forza Italia contro Palazzo Frizzoni è il capitolo rotte.
“Fino al giugno del 2017 erano rotte consolidate – prosegue Benigni – Gori ha provato a cambiare le rotte portandole al di sotto della quota massima di decibel, come prescrive la legge, ha attivato tre mesi fa la nuova rotta Prnav che non ha fatto altro che aumentare i disagi e spalmare i rumori per alcune migliaia di cittadini di Campagnola e di alcuni comuni limitrofi al capoluogo cittadino. Ora dichiara che queste nuove rotte verranno interrotte e si riprenderanno le vecchie, insomma: anche su questo punto il sindaco è andato a sbattere violentemente la testa”.

Non ci sono solamente feroci critiche, ma anche proposte: “Porteremo in consiglio comunale a Bergamo la richiesta di mettere uno stop ai voli notturni e di fissare un tetto massimo ai voli. Inoltre nel 2017 Sacbo ha stanziato 10 milioni di euro per la mitigazione ambientale, ma non esiste un piano di zonizzazione acustica è quindi Sacbo non può elargire fondi”.
A questo si aggiunge un punto fermo: “Siamo contrari alla quotazione in Borsa di Sacbo”.

Sulla stessa linea l’assessore regionale Alessandro Sorte: “Avevamo caldeggiato un’alleanza con Brescia e Montichiari, dove Sacbo avrebbe giocato un ruolo di forza. Il sindaco Gori ha chiesto in consiglio comunale di spostare l’asse di questa alleanza per sostenere la fusione con Sea e quindi con Milano. Forza Italia è stato l’unico gruppo politico in consiglio comunale a votare contro quel documento. A nome dei cittadini chiediamo che si faccia chiarezza. Sul piano della fusione non si capisce dove vuole andare palazzo Frizzoni. Ad Est per noi rimane la soluzione migliore. Se dobbiamo fare un’analisi seria, il bilancio della posizione di Gori su Orio è pietosa, a nulla serve mettere presidente di Sacbo il compagno Bruni, in questi anni ha avuto modo di mettere a frutto la sua capacità di moltiplicazione, visti i proliferare dei comitati contro Orio”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.