BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Spese nella Bassa con banconote false: tre persone in manette a Martinengo

I falsari sono stati colti in flagrante mentre pagavano la merce in un supermercato della zona

Mercoledì 11 ottobre i carabinieri di Treviglio hanno eseguito un’operazione contro lo smercio di banconote false nell’ambito del territorio della Bassa Bergamasca, fenomeno in quest’ultimo periodo emerso prepotentemente in provincia. In particolare, i militari hanno arrestato in flagranza di reato tre persone, due italiani rispettivamente di 21 e 22 anni, nonché un russo 28enne, tutti e tre domiciliati tra la Bassa e la Media Bergamasca.

Nelle ultime settimane, diverse banconote falsificate da 50 euro erano state in particolare smerciate e piazzate in molti esercizi commerciali e pubblici del Comune di Martinengo: supermercati, bar e pizzerie, con un danno importante per l’economia reale del territorio.

Gli investigatori ed in particolare i carabinieri di Martinengo avevano così iniziato ad effettuare alcuni riscontri ed accertamenti in zona, partendo dall’acquisizione delle immagini di video-sorveglianza dell’impianti a circuito chiuso presenti nelle attività “visitate” dai tre soggetti in questione, tutti quanti disoccupati.

Mercoledì, nel pomeriggio, la svolta nelle indagini. I carabinieri hanno catturato i tre giovani falsari in questione mentre stavano smerciando una banconota da 50 euro in un supermercato della zona. La pronta attivazione fatta dalla gestione dell’esercizio ed i successivi controlli sviluppati dai militari hanno così permesso di individuare ed arrestare gli autori della spendita di banconote false da giorni oramai attivamente ricercati. Le conseguenti operazioni di perquisizione hanno poi permesso di rinvenire altre banconote contraffatte sulle persone dei tre ed all’interno del mezzo utilizzato per i loro spostamenti.

I tre sono finiti in manette con l’accusa di concorso di persone in spendita di monete falsificate e truffa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.