BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Opere Pubbliche, 61 milioni per il 2018: guarda la mappa degli interventi

Dal centro città alle Mura, dalle scuole alle piste ciclabili: gli interventi sulla città per il prossimo triennio

Un Piano delle Opere Pubbliche da 61 milioni di euro sul 2018, di cui oltre 23 messi dal Comune di Bergamo: la Giunta di Palazzo Frizzoni ha adottato giovedì 12 ottobre il documento che disciplina e schematizza le opere in programma sulla città per il prossimo triennio.

Proseguono con lo stanziamento di 850mila euro gli interventi di manutenzione straordinaria e superamento barriere architettoniche di edifici scolastici e strutture per l’infanzia; 200mila euro complessivamente vengono dedicati alla realizzazione di spogliatoi allo Spazio Polaresco e per uno spazio polifunzionale indoor alla Malpensata.

Stanziamenti significativi per la valorizzazione del Centro Piacentiniano, attualmente oggetto di un concorso che si chiuderà nel mese di gennaio, e per il restauro e il recupero dei porticati dell’ex mercato ortofrutticolo, che diverranno sale della biblioteca Tiraboschi: 1 milione di euro per ciascuno dei progetti.

Altri interventi avranno una portata economica minore, ma saranno egualmente significativi: 600mila euro verranno destinati al restauro della ex chiesa di San Michele all’Arco, 400mila per la progettazione dell’intervento di realizzazione della nuova GAMEC presso il Palazzetto dello Sport.

Un’attenzione particolare verrà dedicata al verde, in quanto nel 2018 si getteranno le basi per l’ampliamento del parco della Malpensata sull’adiacente piazzale dopo che verrà completato il parcheggio all’ex Gasometro, si procederà per realizzare la struttura permanente al parco della Trucca e verrà realizzato il corridoio ecologico con una pista ciclopedonale tra Colognola e Grumello del Piano all’interno del parco agricolo (PLIS): 500mila euro verranno assegnati per ciascuno di questi tre interventi. Complessivamente 1,7 milioni di euro verranno destinati alla manutenzione straordinaria del verde pubblico, di quello scolastico, di quello cimiteriale, dei parchi storici e per il potenziamento del patrimonio arboreo.

Capitolo mobilità: per quanto riguarda la ciclabilità, verranno 1,6 milioni verranno dedicati alla realizzazione di un percorso ciclopedonale est-ovest con adeguamento della passerella ciclabile in via Briantea e collegamento con Ospedale Papa Giovanni, e altri 500mila euro verranno destinati all’implementazione di altre piste ciclabili in ambito urbano. Il trasporto pubblico verrà potenziato con la realizzazione dei metrobus, cui verranno destinati 300mila euro per la corsia preferenziale in via Carducci. Per incentivare i veicoli elettrici 350mila euro verranno destinati all’installazione di impianti per la ricarica.

Il Piano prevede anche due nuovi grossi interventi: come recentemente annunciato, l’area mercatale verrà spostata dal piazzale della Malpensata alle Canovine, e alla sistemazione del nuovo spazio vengono destinati 1,5milioni. Il secondo intervento significativo è la realizzazione di una vasca di contenimento ad Astino per risolvere in modo definitivo il problema del contenimento delle acque durante piogge intense ed evitare allagamenti nel quartiere di Longuelo: il costo dell’opera è di 3,8milioni di euro, di cui 1,9milioni da parte del Comune di Bergamo e gli altri messi dagli altri enti interessati.

Diversi stanziamenti sono previsti per Città Alta: 400mila euro per interventi di riqualificazione di strade, scalette, piazze e percorsi pedonali, altrettanti per il rifacimento della scaletta in via Ripa Pasqualina, via Moratelli e scaletta Bellavista, 350mila per interventi straordinari di sistemazione viaria e dei manufatti, e 200mila per il restauro delle Mura Venete.

“Presentare il Piano delle Opere Pubbliche per il triennio successivo è sempre qualcosa di emozionante e che dà soddisfazione – spiega l’Assessore ai Lavori pubblici Marco Brembilla -. Il Piano di quest’anno presenta al tempo stesso elementi di continuità con quelli precedenti, come gli interventi per il superamento delle barriere architettoniche e o quelli destinati alla maggiore vivibilità dei quartieri, sia elementi nuovi: mi riferisco alla realizzazione della nuova area mercatale, nonché alla tanto attesa vasca di contenimento delle acque ad Astino. Gli interventi del Piano sono ovviamente diversi, ma la direzione è sempre una: quella di rendere la nostra città più vivibile possibile sotto tutti gli aspetti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.