BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Gatti al cimitero, “Già attivati per tenerli lontani dal luogo delle ceneri” foto

L'assessore ai Servizi Cimiteriali, Giacomo Angeloni, risponde al lettore che aveva denunciato la presenza della colonia felina al cimitero monumentale di Bergamo accanto alle ceneri nel Giardino delle Rimembranze.

L’assessore ai Servizi Cimiteriali, Giacomo Angeloni, risponde al lettore che aveva denunciato la presenza della colonia felina al cimitero monumentale di Bergamo accanto alle ceneri nel Giardino delle Rimembranze. Leggi qui. 

Ho letto nei giorni scorsi la segnalazione di un lettore sulla presenza di gatti al Cimitero Monumentale.

I 23 gatti fanno parte di una colonia felina protetta dalla legge, riconosciuta dall’ATS (ex ASL) e gestita dall’ENPA. Grazie ai volontari di quest’ultima i gatti sono monitorati, censiti e sterilizzati.

Siamo già a conoscenza della vicinanza della zona in cui sono poste le ciotole e le cucce della colonia felina con il Giardino delle Rimembranze, e ci siamo già attivati a riguardo: in seguito a un incontro avuto con ENPA nel mese di maggio, abbiamo deciso di spostare le ciotole del cibo e le cucce in un locale in disuso. La colonia felina continuerà a vivere all’interno del cimitero, ma non sarà più attratta al luogo così vicino al campo in cui vengono sparse le ceneri dei defunti.

La presenza dei felini, oltre ad essere tutelata dalla legge, ha anche degli effetti positivi, in quanto i gatti fungono da naturale antidoto alla presenza di ratti nell’area: un metodo naturale che consente di rendere l’intervento di derattizzazione – che viene comunque effettuato – il meno invasivo e nocivo possibile per le persone e per l’ambiente.

Ricordo infine che, oltre che nei cinerari (o nei loculi, negli ossari, o tombe o cappelle di famiglia) in concessione o disperse nel “Giardino delle Rimembranze”, le ceneri possono essere custodite in casa o disperse in altro luogo. Sono pochi i dolenti che optano per lo spargimento all’interno del cimitero (solo 9 in due anni), e vengono comunque informati in anticipo circa la presenza dei gatti.

Resta inteso che faremo in modo che la colonia felina non aumenti di numero (anche grazie all’attività di sterilizzazione dell’ENPA) e continueremo a lavorare perché il nostro cimitero sia quanto più accogliente e “bello” per i tanti cittadini che lo visitano quotidianamente.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.