BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Brembo prepara l’auto del futuro: “Più sicura, ecologica e performante” foto

A Curno la sottoscrizione dell'Accordo per la Ricerca e l'Innovazione tra Regione Lombardia e Brembo

“Si tratta di un traguardo ambizioso, che contribuirà a realizzare le auto del futuro: con motori più performanti e più leggeri, avremo veicoli più ecologici. Quindici chili di peso in meno equivalgono a un grammo/chilometro di emissioni di C02 in meno nell’atmosfera. Inoltre, sarà garantito un più alto livello di sicurezza grazie a un migliore controllo della stabilità. I nuovi prototipi saranno validi sia per le vetture tradizionali, con sistemi avanzati di assistenza alla guida, sia per i veicoli senza conducente, cioè quelli che tutti guideremo in un futuro neanche troppo lontano”.

Lo ha detto l’assessore all’Università, Ricerca e Open innovation, Luca Del Gobbo, lunedì 17 luglio a Curno per la sottoscrizione dell’Accordo per la Ricerca e l’Innovazione tra Regione Lombardia e Brembo. Presente all’incontro anche il governatore di Regione Lombardia, Roberto Maroni.

Luca Del Gobbo

L’ACCORDO – Brembo, leader mondiale nella produzione di sistemi frenanti a disco, sara’ capofila di un partenariato che coinvolge in un mix virtuoso e inedito Magneti Marelli, produttore di
livello internazionale di sistemi per automotive ad alta tecnologia, due università lombarde (Statale di Bergamo e Politecnico di Milano), Pmi e startup. L’Accordo sottoscritto da Regione Lombardia e dai partner del progetto “Inproves” garantirà l’arrivo di 4 milioni di euro a fondo perduto, grazie ai fondi Por Fesr 2014-2020, su una spesa complessiva prevista di 7,4 milioni di euro.

VERA AVANGUARDIA – “La novità di questo progetto – ha aggiunto Del Gobbo – sta anche nell’integrazione tra innovazione di prodotto e di processo, dal momento che i nuovi motori usciranno da una linea produttiva che sfrutta le potenzialità della digitalizzazione e dell’internet delle cose. Questo permetterà un livello di efficienza e di controllo dell’intero processo
produttivo più alto costi più contenuti. ‘Inproves’ si candida insomma a essere avanguardia di un nuovo modello di industria automotive”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.