BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Palleggi, corsa e primi gol di Cornelius: così l’Atalanta ha ripreso i lavori fotogallery

Martedì 11 luglio primo giorno di fatica per i nerazzurri agli ordini del tecnico piemontese, e prime prodezze dell'attaccante danese già diventato idolo della tifoseria

Una tribuna quasi colma di tifosi, quella del Marinoni di Rovetta, per accogliere con i fiocchi l’Euro-Atalanta alla sua prima apparizione sul manto verde del campo seriano.

Alle 9.30 di martedì 11 luglio ecco il tanto atteso ingresso: il primo è sempre lui, mister Gasperini; subito si innalza un meritato applauso accompagnato da esclamazioni di supporto e gratificazione: “Grande mister! Grazie”.

Spunta anche Cristian Raimondi, il guerriero bergamasco ora collaboratore del tecnico piemontese, e piovono applausi anche per lui; la stessa accoglienza viene riservata al portiere Berisha, al difensore Toloi e al resto del gruppo.

Pronti-via e subito al lavoro ai comandi di Gasperini: si inizia con vari palleggi e, nel frattempo, in tribuna spiccano ospiti d’eccezione, come l’allenatore dell’Albinoleffe Massimiliano Alvini e Andrea Foresti, tecnico della Gavarnese (Promozione): “Dopo la grande impresa nerazzurra dello scorso anno – spiega mister Foresti – sarà difficile ripetersi, ma la speranza è l’ultima a morire. Il rinnovamento della rosa era obbligatorio ed è utile per avere a disposizione maggiori pedine da poter ruotare: sono arrivati diversi giovani interessati e penso che Ilicic possa rappresentare il vero valore aggiunto a questa squadra. Se poi verrà confermata anche la permanenza di Gomez, non si risentirà per niente delle cessioni”.

“L’Atalanta è uno spettacolo – esordisce così il tecnico dell’Albinoleffe Alvini – davvero una magnifica soddisfazione. Il Papu Gomez potrà fare la differenza: i miei figli, calcisticamente parlando, sono innamorati di questo giocatore e credo che potrà fare innamorare ancora moltissimi altri tifosi”.

La seduta tecnica prosegue sotto lo sguardo compiaciuto del popolo atalantino con una partitella a campo ridotto in cui mette in evidenza il neo arrivato Andreas Cornelius, scatenato sotto-porta.

I tifosi, infatti, hanno già individuato l’attaccante danese come giocatore che nel corso del campionato potrà fare la differenza, così come spiega Marco Trivella di Villa d’Ogna: “I nomi non fanno la squadra, ma penso che Cornelius possieda delle ottime qualità e sarà una pedina fondamentale per il gruppo. Se continueranno ad indossare la maglia nerazzurra anche Spinazzola, Caldara e il mitico Papu Gomez sono contento; l’approdo in terra orobica di Ilicic è un importante punto di partenza. L’unico rammarico è stato l’addio di Andrea Conti: sono rimasto dispiaciuto per il comportamento che ha avuto nei confronti della squadra che lo ha fatto crescere”.

L’allenamento è terminato poco prima del mezzogiorno, con il sole seriano che ormai batteva forte sul terreno di gioco; al termine della seduta i tifosi orobici si sono accerchiati alle transenne in attesa di foto e autografi dei loro euro-beniamini.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.