BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Amore e fedeltà: il sentimento più famoso al mondo visto dagli occhi di uno scapolo ventenne

"L’amore di oggi è quello delle smancerie scambiate in pubblico, quello dei cuoricini nei messaggi e delle foto sui social, un amore pieno di gesti di circostanza buoni per sembrare normali." L'amore e la fedeltà secondo Marco Cangelli, classe '97

Più informazioni su

Parafrasando un vecchio proverbio bresciano, diciamo che la frase che maggiormente mi rappresenta sarebbe questa: “soldi e donne mai avuti”. Come si suol dire, sono un vero scapolo incallito, non per scelta, ma pur sempre un ventennale scapolo incallito. A rigor di logica una persona che non ha mai avuto alcun rapporto sentimentale di questo tipo non dovrebbe capir nulla di amore e fedeltà, eppure sono qui per dimostrarvi proprio il contrario, come anche per uno scapolo esista la fedeltà in amore.

Alla base dell’origine del termine fedeltà ci sta il termine latino “fides”, che in italiano è traducibile con “fiducia” o “lealtà”. Esser fedeli non significa non tradire il proprio compagno con un’altra persona, ma aver fiducia in lui, anche se oggi come oggi la fiducia pare esser ormai una rarità, in quanto tutti egoisticamente provano ad ingannare l’altro, figuriamoci se non avviene con la persona a cui si tiene di più al mondo. Il rapporto attuale fra due fidanzati è divenuto solo un inganno continuo che si compie in quanto il principio della libertà, esteso ad ogni settore, amore compreso, deve dominare su tutto; ed essere liberi significa anche avere più partner contemporaneamente, senza che il proprio compagno sia consapevole o anche solo avvertito.

Amare, o meglio, esser fidanzati diviene quindi soltanto una moda, tant’è che se non “si sta assieme” con nessuno/a all’età di 13 anni, si è già considerati un appestato da espellere dal cerchio sociale. Il rapporto sentimentale più famoso al mondo si è trasformato semplicemente in un trofeo di caccia da esporre nel salotto buono della società, un’immagine da vantarsi con gli amici, senza contare che in realtà non ci si ama e si consuma in compagnia di qualcun altro. L’amore di oggi è quello delle smancerie scambiate in pubblico, quello dei cuoricini nei messaggi e delle foto sui social, un amore pieno di gesti di circostanza buoni per sembrare normali.

Il vero amore, quello che fa sentire le farfalle nello stomaco e non fa pensare altro che a chi ami, è invece destinato a rivivere solo nelle favole, dove il principe azzurro trova la sua principessa e tutti vissero felici e contenti; mentre per chi realmente lo prova, rimane un unico destino: verrà respinto da chi ama. È il destino dell’eterno scapolo, sempre alla ricerca della persona giusta o meglio di quella che lo ami. Lo scapolo ama fino a star male, è disponibile anni senza mai proferir una parola all’amata, attende il momento in cui il suo immenso amore verrà accettato e, soprattutto, non tradisce mai finché non veda che l’altra persona sia felice vivendo un’altra storia.

Che tu sia scapolo o zitella, questo non importa, amare comporta sacrificio e fedeltà, ma se preferisci una vita più semplice trova qualcuno/a che sia disposto ad accettare quel contratto d’interesse qual è l’amore dei nostri tempi, senza fedeltà e senza sincerità. Se poi vuoi invece provare qualcosa di vero, allora mettiti il cuore in pace, sii sempre fedele, e vedrai che troverai qualcuno disposto a condividere con te questo fantastico sentimento.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.