BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pienone a Gandino per la “Corsa delle uova”: il trionfo finale è di Bosatelli fotogallery

L'ultrarunner gandinese ha fatto sua la sfida tornando in piazza Vittorio Veneto mentre Marco Piazzalunga stava raccogliendo il 95esimo uovo

Oliviero Bosatelli, dopo una gara combattuta fino alla fine, vince la Corsa delle uova.

Corsa delle uova

Un’ondata di persone ha invaso piazza Vittorio Veneto a Gandino, nella serata di venerdì 30 giugno, per poter assistere a questo tradizionale evento. Non è mancata l’emozione durante la gara, il tifo di incoraggiamento degli spettatori e, per coronare l’essenza di questa serata, anche il meteo ha contribuito poiché, dopo il violento temporale, nel corso della manifestazione non è scesa nemmeno una goccia.

La tensione e l’attesa erano alle stelle: mancavano pochissimi minuti alle 20.30 e i due partecipanti, Olivero Bosatelli (47 anni) e Marco Piazzalunga (30 anni), erano pronti a partire; si tenevano per mano e, al rintocco della campana, ecco il via.

Bosatelli è immediatamente scattato verso Fiorano al Serio avendo il compito di raggiungere il paese e tornare a Gandino, per un totale di 11 km; Piazzalunga, nel frattempo, doveva raccogliere cento uova posizionate sul terreno a un metro di distanza l’una dall’altra e lanciarle in una carriola piena di fieno senza romperle.

Compito non facile quello di Piazzalunga, in quanto l’asfalto era bagnato, visto le piogge cadute da poco, ma l’atleta non si è lasciato condizionare troppo.

La gara è stata veramente combattuta: quando l’orologio segnava le 20.50 Bosatelli stava imboccando la strada per il ritorno a Gandino, mentre Piazzalunga aveva appena raccolto il 50esimo uovo.

Ci si avvicinava sempre più verso i minuti finali: poco dopo le 21 Bosatelli si trovava al semaforo di Leffe; l’avversario era a quota 70 uova.

I minuti si facevano sempre più caldi e, mentre Piazzalunga continuava la sua raccolta, la carovana che precedeva l’ultrarunner gandinese ha fatto il suo ingresso in piazza: Bosatelli taglia il traguardo e fa sua questa edizione della storica Corsa delle uova con un tempo di 40’ e 30”.

Niente da recriminare nemmeno alla prova di Piazzalunga che ha egregiamente raccolto 95 uova.

“L’Atalanta club Valgandino – racconta Bosatelli al termine della corsa – mi ha chiesto di partecipare a questa gara ed ho accettato volentieri. Il clima di questa sera, 13°, era ideale e, nel corso del tracciato, ho cercato di mantenere un ritmo costante. Sono soddisfatto del tempo totalizzato. Avevo già preso parte in passato a questa iniziativa: nel 1995, 1996 (quando ho stabilito il record, tutt’ora imbattuto, raccogliendo tutte le uova), nel 2000 e 2001”.

Lo sfidante Piazzalunga, atleta della Recastello Radici Group, commenta: “È stata dura perché alzarsi e abbassarsi cento volte non è facile. Peccato che, visto l’asfalto bagnato, si scivolava un po’, ma ho cercato di dare il meglio senza perdermi d’animo”.

E il segreto per aver raccolto ben 95 uova? “Cambiare! – risponde sicuro l’atleta –. Raccogliere un po’ di uova lontane per poi alternare prendendo quelle vicine. Un altro fattore che mi ha condizionato in modo del tutto positivo è stato il tifo della gente: tutti mi incitavano e per me è stato davvero fondamentale”.

La festa a Gandino non è terminata qua: dopo la corsa ha preso il via la Notte Bianca tra le vie dal paese e sono state distribuite al pubblico uova sode e frittata.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.