BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Dopo l’articolo su Bgnews, “La passione di Yara” aiuta i giovani attori di Treviglio

Giovani artisti teatrali cercano fondi per partecipare a un concorso, grazie a un articolo di Bergamonews vengono contattati dalla onlus "La passione di Yara" che decide di pagare le spese per permettere loro di partecipare alla finale, vincendola

I talentuosi ragazzi della Scuola d’Arte Teatrale SATs di Treviglio hanno partecipato alle selezioni di FEST – Festival delle scuole di Teatro -, una rassegna teatrale dedicata ai giovani artisti organizzato dalla compagnia Fonè Teatro e patrocinato, tra gli altri, dal prestigioso Giffoni Film Festival. A quanto pare il sacro fuoco dell’arte prospera nei giovani artisti tanto da riuscire a raggiungere le semifinali di questo ambitissimo concorso a livello nazionale. Una volta tagliato questo importante traguardo si è presentato loro un problema molto delicato, quello delle spese da sostenere per il viaggio verso la struttura che ospita le gare.

Con grande inventiva e spirito d’iniziativa i sedici giovani attori, aiutati dal loro storico insegnante Max Vitali, hanno deciso di dare il via a una campagna di crowdfunding – raccolta fondi fatta da piccole donazioni elargite per lo più tramite internet – per finarziare il viaggio e il pernottamento necessari a prendere parte e alle semifinali tenutesi a Porotto, frazione di Ferrara.

Questa singolare iniziativa aveva stuzzicato la curiosità da parte di molti tanto che Bergamonews aveva dato risalto a questa idea con un articolo (LEGGI QUI).

Proprio questo articolo ha permesso ai responsabili della onlus “La passione di Yara” di venire a conoscenza della loro vicenda, portando il presidente dell’associazione, Ivo Mazzoleni, a contattare direttamente Max Vitali per aiutare economicamente i giovani a partecipare alla gara più ambita, la finale, a cui avevano avuto accesso aggiudicandosi le semifinali.

Grazie al generoso contributo della onlus i ragazzi di SATs hanno cosi potuto pagare le spese di viaggio e pernottamento necessarie per partecipare alla finale, tenutasi a Portomaggiore (FE) vincendola grazie alla rappresentazione del loro cavallo di battaglia, lo spettacolo “Il furioso Orlando”, rivisitazione del famoso poema di Ludovico Ariosto.

Vittoria meritata e importante per questi attori in erba, che oltre alla vittoria finale si sono aggiudicati anche un pass per partecipare al festival internazionale “I Quartieri dell’Arte” che si terrà a ottobre a Viterbo. Vittoria raggiunta anche grazie al connubbio con l’associazione presieduta da Mazzoleni, che da anni sostiene progetti artistici, sportivi e culturali legati agli adolescenti.

Nata dalla volontà dei genitori della piccola Yara Gambirasio, scomparsa nel lontano 2010 a causa di un efferato omicidio salito purtroppo agli onori della cronaca, la onlus “La passione di Yara” si pone, fin dalla sua nascita, l’obiettivo di aiutare giovani e giovanissimi a realizzare i propri sogni e le proprie passioni, a volte difficilmente raggiungibili a causa di problemi di natura economica e non solo.

“Abbiamo letto l’articolo di Bergamonews e ci siamo subito appassionati alla vicenda di questi giovani attori – afferma il presidente della onlus Ivo Mazzoleni – mi sono subito attivato e ho contattato personalmente il responsabile Max Vitali con cui ho fissato un incontro per parlare della loro situazione. Abbiamo deciso di finanziare l’attività di questi giovani perchè rispecchiavano appieno quella che è la mission della nostra onlus, veder realizzati i desideri e le passioni dei ragazzi, portando un sorriso sui loro volti, lo stesso sorriso che aveva Yara quando inseguiva i suoi sogni.”

Per chi fosse interessato a scoprire la realtà della onlus “La passione di Yara” o per effettuare una donazione visitare il seguente sito internet: www.lapassionediyara.org

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.