BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Importante commessa nel settore petrolifero per la 3V Tech di Dalmine

La fornitura, di oltre 10 milioni di euro, rientra in un progetto più ampio nel quale Petrofac è stata incaricata da Saudi Aramco di realizzare una delle più grandi raffinerie al mondo.

3V Tech, azienda bergamasca costruttrice di apparecchiature e soluzioni di processo avanzate per i settori chimico, farmaceutico ed Oil&Gas, ha ricevuto da Petrofac – società emiratina leader internazionale nel settore EPC – l’ordine per la fornitura di un impianto per il trattamento di soluzioni caustiche esauste generate nel processo di raffinazione del petrolio.

La fornitura, di oltre 10 milioni di euro, rientra in un progetto più ampio nel quale Petrofac è stata incaricata da Saudi Aramco di realizzare una delle più grandi raffinerie al mondo. L’impianto fornito si basa sulla tecnologia Top – Wet Air Oxidation. Tale tecnologia è stata sviluppata internamente dal Gruppo 3V, facente capo alla famiglia Seccomandi, in virtù delle competenze multidisciplinari presenti nelle società controllate in ambito chimico, meccanico, dell’ingegneria di processo ed ambientale.

La stessa tecnologia Top costituisce oggi il cuore tecnologico del Centro di Trattamento per rifiuti liquidi industriali che la società 3V Green Eagle opera dal 2001 a Grassobbio.
Il Centro di Trattamento è il più grande in Italia grazie all’autorizzazione a ricevere fino 400.000 tonnellate di rifiuti liquidi trattati ogni anno ed il processo di trattamento si fregia a partire dal 2006 quale “Migliore Tecnologia Disponibile” (“Best Available Tecnique”) secondo la Comunità Europea.

Con l’acquisizione di questa commessa, 3V Tech consolida la presenza nel mercato della raffinazione del petrolio in virtù anche della recente consegna di un impianto di trattamento analogo presso la Raffineria Orpic in Oman.

3V Tech comprende quattro marchi di punta (Cogeim, Mabo, Glasscoat e Consito) e si avvale di due siti di progettazione e di produzione a Dalmine e Noventa di Piave, in provincia di Venezia. L’impianto ordinato da Petrofac verrà realizzato in Italia e costituirà un importante indotto anche per i fornitori di materiali e componenti di base.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.