BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

L’omaggio di Treviglio a Trento Longaretti: l’Aula del Consiglio porterà il suo nome video

A una settimana dalla scomparsa del maestro Trento Longaretti l'amministrazione di Treviglio, città natale dell'artista, decide di intitolare l'Aula consiliare al defunto pittore

A una settimana dalla scomparsa del maestro Trento Longaretti l’amministrazione di Treviglio, città natale dell’artista, decide di intitolare l’Aula consiliare al defunto pittore per rendere omaggio a uno dei volti più importanti dell’arte bergamasca.

consiglio comunale treviglio

E’ lo stesso sindaco Juri Imeri, a margine della consueta conferenza stampa post giunta del mercoledì, ad annunciare questa intitolazione che verrà ora portata all’attenzione della prossima riunione dei capigruppo e che verrà ufficializzata durante il prossimo consiglio comunale che si terrà martedì 27 giugno. Come spiegato dallo stesso Imeri, durante l’ufficializzazione, verranno anche presentate nuove illustrazioni dello scomparso artista che andranno cosi ad aggiungersi alle opere di Longaretti già presenti sui muri della sala in cui si tiene il consiglio comunale di Treviglio.

“Abbiamo preso una decisione che riteniamo doverosa e anche molto sentita da parte nostra – spiega il sindaco Juri Imeri – è un sentimento forte che sentiamo all’interno della città. Col prossimo consiglio comunale di fine giugno la sala del consiglio comunale che oggi è priva di denominazione verrà dedicata a Trento Longaretti, un grande uomo, un grande artista che ha fatto tanto per la nostra città attraverso anche i suoi lasciti e il suo operato, portando il nome di Treviglio in Italia, in Europa e nel mondo mantenendo comunque un forte legame con la nostra città.”

Video correlati

1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.