BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Europei Under 21: l’Italia di Caldara, Conti, Grassi e Petagna a caccia del titolo

L'Atalanta è la squadra dalla quale il ct Gigi Di Biagio ha pescato di più: aiquattro nerazzurri si aggiunge il bergamasco Roberto Gagliardini.

Iniziare una competizione internazionale con l’etichetta di favoriti non è quasi mai un bene ma è innegabile che, in un’ideale griglia di partenza dell’Europeo Under 21 che scatta in Polonia venerdì 16 giugno, l’Italia di Gigi Di Biagio occupi le primissime posizioni.

Per la prima volta la fase finale di un Europeo U21 si gioca a 12 squadre, con le prime di ogni girone e la miglior seconda che accedono direttamente alle semifinali: vietato sbagliare, dunque, con l’Italia che se la giocherà presumibilmente con la Germania, forse nell’ultimo scontro del raggruppamento C in programma sabato 24 giugno.

Occhio, però, a sottovalutare Repubblica Ceca, che ha nel talento della Sampdoria Patrik Schick la sua punta di diamante e in Jakub Jankto dell’Udinese un’altra affilatissima freccia al suo arco, e Danimarca, che due anni fa raggiunse la semifinale e quest’anno deve fare a meno della sua stella Kasper Dolberg.

L’esordio azzurro sarà proprio contro i danesi domenica 18, poi la sfida ai cechi il 21 e l’ultimo impegno con la Germania il 24: Max Meyer, Mahmoud Dahoud, Davie Selke e Serge Gnabry sono i nomi più altisonanti che schiereranno i tedeschi, tutti reduci da ottime stagioni con le rispettive squadre di club.

Guardando fuori dal raggruppamento azzurro, i riflettori sono puntati sui campioni uscenti della Svezia, chiamati a un improbabile bis, su Inghilterra e Spagna e sulla sempre solida e talentuosa Serbia, inserita però in un girone terribile che comprende le baby Furie Rosse e il Portogallo.

Le speranze italiane sono legittime: nei 23 convocati da Di Biagio ci sono quasi esclusivamente giocatori di Serie A, la maggior parte dei quali titolari dei propri club.

L’Atalanta è la squadra più rappresentata, con quattro giocatori: Mattia Caldara, Andrea Conti, Alberto Grassi e Andrea Petagna sono tutti potenziali titolari e potrebbero costituire proprio l’ossatura della Nazionale.

Per cinque volte nella storia gli Azzurrini si sono laureati campioni europei under 21: la storica tripletta 1992-1994-1996, nel 2000 e nel 2004 mentre nel 2013 la promettente selezione di Devis Mangia perse 4-2 in finale contro una Spagna mostruosa.

(foto Instagram @andreapetagna)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.