BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Controllo al campo nomadi: abusi edilizi, bombole non a norma e rifiuti

Un inventario davvero squalificante quello che si sta stendendo nel corso del controllo al campo nomadi di Romano di Lombardia.

Nella mattinata di martedì 13 giugno i Carabinieri della Compagnia di Treviglio, una ventina in tutto, insieme al personale della Polizia Locale del posto, i tecnici del Servizio Sanità Pubblica e Prevenzione dell’AST di Bergamo, personale dei vigli del fuoco del Comando Provinciale di Bergamo ed anche alcuni operatori dell’ufficio edilizia privata e del servizio elettrico nazionale, hanno eseguito un controllo interforze presso il campo nomadi attrezzato di Romano di Lombardia.

Finalità dell’attività ispettiva svolta dai militari dell’Arma e dal “gruppo interforze” quella di verificare la regolarità nell’occupazione delle piazzole e delle unità abitative assegnate dal Comune ad alcune famiglie di sinti stanziali in tale area cittadina posta alla periferia di Romano di Lombardia. Tale sito, in particolare, esiste da anni ed è regolamentato da precise procedure amministrative locali.

Durante il controllo straordinario posto in essere, di natura amministrativo-sanitaria nonché di pubblica sicurezza, diverse sono state le irregolarità di varia tipologia individuate dai CC della Compagnia di Treviglio e dagli altri organismi di vigilanza intervenuti. Sono stati infatti individuati alcuni rifiuti speciali accatastati in maniera irregolare (pneumatici, materiale elettrico, etc.), in contrasto quindi con testo unico in materia di ambiente, l’allevamento improprio di animali da cortile, la realizzazione di alcune opere abusive (tettoie, manufatti in lamiera, etc.), la realizzazione di collegamenti elettrici ed al gas pericolosi e non conformi. Per tali ragioni verrà emessa da parte del Comune di Romano di Lombardia apposita ordinanza con prescrizioni per il ripristino dello stato dei luoghi a norma di Legge.

Inoltre, durante l’attività di controllo in questione, sono stati anche individuati alcuni veicoli sprovvisti di assicurazione obbligatoria, che per tale motivo venivano sequestrati amministrativamente e comminate le relative sanzioni pecuniarie.

Con le operazioni di martedì mattina, è stata così avviata la regolarizzazione di una situazione urbana sicuramente necessitante di un censimento adeguato attuale. Alcuni degli occupanti del campo sinti verificato dai militari dell’Arma e dal “gruppo interforze” sono risultati già noti alle forze dell’ordine per precedenti vari.

E’ stata inoltre eseguita anche una ricognizione aerea da parte di un elicottero del Nucleo carabinieri di Orio al Serio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Baseperaltezza

    e cosa pensavano di trovare? Case extralusso? Se dovessero controllare tutti i pollai che ci sono a Romano sai quanti denunce? Complimenti per il raid interforze!!!