BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bergamo, la lunga estate dei cantieri: 40 tra asfaltature e interventi
La mappa foto

Dal centro alla periferia, l'elenco dei lavori previsti da Palazzo Frizzoni: tempi e costi di realizzazione

Semplici operazione di riasfaltatura e messa in sicurezza, ma anche interventi richiesti e attesi da anni. Dal centro alla periferia, saranno oltre 40 i cantieri che quest’estate interesseranno il Comune di Bergamo, con disagi più o meno significativi a seconda delle zone.

Nell’ottica del buon esito dei lavori e del rispetto delle tempistiche, molto dipenderà dal meteo e dalla prontezza delle ditte incaricate. Dando un’occhiata al cronoprogramma stilato dall’amministrazione di Palazzo Frizzoni, i primi lavori segnati in agenda sono al via proprio questa settimana, con la costruzione della nuova palestra della scuola Codussi inaugurata lo scorso settembre: l’intervento, da circa un milione di euro, prevede la demolizione del vecchio edificio palestra e la realizzazione di due corpi di fabbrica.

Approfittando del minore carico di traffico della stagione estiva partiranno poi tutti i progetti di manutenzione delle strade cittadine: Il 19 giugno dovrebbero partire quelli per il rifacimento del marciapiede di via porta Dipinta, che costeggia la Fara e porta all’Università degli Studi di Porta Sant’Agostino, in Città Alta. Oltre alla sistemazione della pavimentazione, alcune piante individuate dal Comune come responsabili del dissestamento saranno abbattute e sostituite con altre. La spesa complessiva ammonta a 200mila euro e prevede circa 100 giorni di lavori. Per tutta la durata dei lavori l’area sarà interessata a leggere modifiche della viabilità, tra cui il restringimento della carreggiata stradale, il limite di velocità a 30 km/h, il divieto di transito pedonale e di sosta veicolare nelle aree di cantiere.

il 22 giugno toccherà invece al restyling del manto stradale di via Borgo Palazzo, tra piazza Sant’Anna e via Camozzi. Il cantiere prevede il rifacimento della pavimentazione in cubetti di porfido della sola carreggiata stradale di via Borgo Palazzo, e il rifacimento dell’asfaltatura della carreggiata e dei marciapiedi delle vie laterali di via Anghinelli, via Torretta e via Ambrogio da Calepio. I lavori saranno organizzati in quattro fasi: complessivamente verranno eseguiti lungo tutto l’arco della giornata e l’intervento comporterà alcune modifiche della viabilità sull’area, quali la progressiva soppressione dei posti disabili ricadenti nelle porzioni di cantiere, il limite massimo di velocità fissato a 30 km/h, il divieto di transito pedonale in corrispondenza degli attraversamenti pedonali interessati dai lavori, il divieto di transito a veicoli e pedoni nell’area occupata dal cantiere. I lavori avranno una durata complessiva di 120 giorni e un costo di circa 500mila euro.

Chiuso il capitolo giugno, si apre quello di luglio, scandito dai lavori per la messa in sicurezza dei cosiddetti percorsi casa-scuola: sette in totale. Una rotatoria sarà realizzata nel piazzale del quartiere San Paolo, dove si trova l’oratorio. Saranno inoltre realizzati degli attraversamenti pedonali in via Ghislandi, davanti alla ISchool, e a Colognola, dove ha sede la scuola materna di via Costantina; mentre in via Grataroli, dinnanzi all’Istituto S. Lucia, e in via Pinetti, dove sorge l’Istituto Camozzi, saranno messi in sicurezza quelli esistenti attraverso la realizzazione di due piattaforme rialzate.

Sempre nel mese di luglio dovrebbe partire il progetto valorizzazione strade, che prevede il rifacimento del ciottolato di via Nullo alta, oltre alla risistemazione di tre strade del quartiere di Celadina: via Delle Tofane, via Paci e via Flores. Tutti i lavori di asfaltatura comporteranno per il Comune di Bergamo una spesa totale di circa 800mila euro. Tra questi Palazzo Frizzoni prevede di rifare il manto di via Monte Gleno, via Monte Tesoro e via Pizzo Presolana. L’elenco si allunga con quello di via Broseta e via Lochis (da piazzale Risorgimento a via Longuelo), della via per Orio e di via Campagnola, di via Don Bosco (in corrispondenza del parco della Malpensata) e di via Corridoni (tra via V Alpini e via Radini Tedeschi). Inoltre, si interverrà anche su un tratto di strada a Valtesse e uno all’altezza dello Starhotels Cristallo Palace di Via Betty Ambiveri, per un totale di 27.300 metri quadrati. Gli interventi rappresentano il primo passo del rifacimento di tutto il manto stradale dell’asse urbano previsto in tre anni.

Tra i cantieri più attesi, poi, vi è senza dubbio quello che interesserà il Rondò delle Valli. Previsto tra luglio e agosto, avrà una durata complessiva di circa 60 giorni. Si tratta di un intervento da 950mila euro circa volto a risolvere definitivamente lo storico problema degli allagamenti in circonvallazione, e durante il quale potrebbero esserci dei temporanei restringimenti di carreggiata. Ad agosto ci saranno anche i primi e altrettanto sentiti lavori riguardanti lo snodo di Pontesecco. Prima tappa, l’allargamento a due corsie del tratto tra le vie Biava e Morla. Un operazione da 160mila euro circa che permetterà di ridurre – ma non di eliminare – l’uso dei birilli per gestire le corsie nelle ore di punta: finiti i lavori, a settembre, la misura tornerà per ora operativa.

A tutti quelli elencati vanno poi sommati i 17 cantieri già in corso: tra i più importanti il cantiere all’ex Caserma Montelungo, dove entro il 2020 dovrebbe sorgere il nuovo polo universitario della città; ma anche quello all’ex gasometro della Malpensata, dove il Comune realizzerà un parcheggio da 290 posti. E ancora il consolidamento del viadotto di Boccaleone, la riqualificazione di Piazza Carrara e la realizzazione del tratto ciclabile destinato a collegare piazzale Alpini e la stazione ferroviaria con il Sentierone.

LA MAPPA DEI LAVORI IN CORSO (IN ROSSO) E DI QUELLI COMPLETATI (IN VERDE)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.