BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Nembro sceglie il Cancelli-bis: “Cittadini hanno votato di testa e non di pancia” foto

Claudio Cancelli è ancora sindaco di Nembro: netta l’affermazione del candidato di Paese Vivo che potrà guidare per altri cinque anni il paese seriano.

Cancelli Nembro

Netta l’affermazione del sindaco uscente che ha superato lo sfidante di circa 500 voti.

“Credo che sia una grande festa – I cittadini hanno votato non con la pancia ma riflettendo su quello che è stato fatto e sulla scelta di gestire e vivere il paese in modo condiviso. L’amministrazione comunale non è qualcosa di lontano dalle persone e deve essere ai loro bisogni e permettere loro di entrare in municipio”.

Altro lato della medaglia è la delusione dello sfidante Luca Morotti, di siAMO Nembro: “Non posso non ammettere la mia amarezza – ha commentato – Grande delusione ed anche inaspettata batosta. Ci credevo tantissimo, ci ho creduto sino all’ultimo. Nel tirare le somme il risultato è uno: io il responsabile, io che immaginavo di essere la persona giusta per il posto giusto nel momento (storico) giusto per Nembro. Evidentemente non è affatto così perché la maggioranza dei votanti Nembresi ha dato una chiara indicazione: una condanna alle immense aspettative, di tanti e mie. Chiedo scusa ai Nembresi che ci hanno sostenuto, non sono stato in grado di dar loro una soddisfazione che si aspettavano. Chiedo scusa ai candidati consiglieri della nostra Lista, non sono stato all’altezza del compito affidatomi. Dopo due tentativi consecutivi da parte mia, di spodestare la sinistra da Nembro, il fallimento totale del sottoscritto è fuori discussione. La mia incapacità di convincere i più ha portato gli altri a far sprofondare Nembro nei prossimi 5 anni. Non me lo potrò mai perdonare. Non ci sono scuse da accampare ad altri, ad ipotizzati mancati accordi con altri, a responsabili politici. La mia persona doveva fare la differenza, su questo ci si è presentati e su questo si è scommesso. Su questo (me stesso) sono inciampato e ho fatto capitolare la mia squadra. Non me lo potrò mai perdonare”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.