BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Uomini seduti a gambe aperte sui mezzi pubblici troppo invasivi: Madrid dice basta

La giunta comunale della capitale spagnola ha deciso di accogliere la richiesta del gruppo “Donne in lotta e madri stressate”: sui mezzi pubblici cartelli informativi per sensibilizzare gli uomini a un maggiore rispetto degli spazi comuni.

A Madrid è partita la battaglia contro gli uomini che si siedono sui bus a gambe aperte, andando ad invadere lo spazio altrui: la raccomandazione arriva direttamente dalla Emt, società che gestisce il trasporto pubblico madrileno, che ha introdotto particolari pannelli informativi al fianco di quelli tradizionali.

madrid

La sollecitazione era arrivata dal gruppo “Donne in lotta e madri stressate” che sulle questione ha lanciato anche una raccolta firme sul web: la giunta comunale ha ritenuto legittima la loro obiezione, varando una disposizione che trova precedenti illustri nella metropolitana di New York, su alcuni mezzi giapponesi, in Turchia e in Gran Bretagna.

Il movimento spagnolo fa della lotta al “manspreading”, come è chiamata in un solo termine l’abitudine degli uomini di sedersi a gambe aperte, una questione culturale: un cartello come punto di partenza per la sensibilizzazione ad un utilizzo più consono e rispettoso degli spazi comuni, affiancato a una campagna social accompagnata dall’hashtag #madridsinmanspreading, ovvero Madrid senza uomini che aprono troppo le gambe.

È proprio lì, sui social network, che per ora si sta sviluppando il dibattito, tra donne che sostengono in ogni modo la campagna e uomini che provano a dimostrare che il comportamento non è solo una prerogativa maschile.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.