BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Oney Tapia: “Io in tv, a Ballando con le stelle, per mostrare che noi disabili siamo speciali” video

La delegata bergamasca Lara Magoni ha presentato la lista dei fiduciari per il triennio 2017/2020. Tra loro il campione paralimpico ed Emiliano Mondonico

La condottiera è Lara Magoni, il simbolo è Oney Tapia. Sono loro i personaggi che spiccano nella squadra di fiduciari del Coni Bergamo per il triennio 2017/2020 in proiezione Olimpiadi di Tokyo.

tapia magoni

Un gruppo di personaggi di vari settori e con diversi compiti, presentato proprio dall’ex atleta di sci alpino (vice campionessa mondiale nel 1997), nominata nelle scorse settimane delegata del Coni provinciale, in una serata nella sede di via Gleno: “Credo di aver allestito uno squadrone – spiega Magoni – con persone capaci e competenti nei propri ambiti. E che come me, sono certa che daranno il massimo pur lavorando in modo gratuito.

Si tratta del comandante della Guardia di Finanza Virgilio Pomponi, dell’ex arbitro internazionale Paolo Mazzoleni, di don Emanuele Poletti, della direttrice dell’Ats Mara Azzi, dell’ex Ct della nazionale di short track Stelio Conti, dei responsabili Fisi Carmelo Ghilardi e Paolo Carminati, dei campioni paralimpici Miriam Pesenti, Mauro Bernardi e Oney Tapia. E, a sorpresa, anche di mister Emiliano Mondonico”.

Presenti alla serata il presidente del Coni Lombardo Oreste Perri e l’assessore regionale Antonio Rossi, oltre ai dieci nominati, tra cui Oney Tapia. Il 41enne atleta paralimpico italiano, di origine cubana e residente a Sotto il Monte, ha un passato da giocatore di baseball e un dramma che avrebbe abbattuto chiunque, ma non un guerriero come lui.

Tapia si è trasferito in Italia nel 2002 per fare il lanciatore prima nell’Old Rags Lodi e poi nel Montorio Veronese, lavorando nel frattempo come giardiniere. Mentre sta tagliando una pianta, nel 2011, viene colpito in testa da un grosso ramo e perde la vista. Ma nulla può intaccare il suo entusiasmo, alimentato anche dalla sua passione per lo sport. Inizia così a giocare a goalball e torball con gli “Omero Runners Bergamo” e nel 2013 si avvicina al mondo dell’atletica leggera paralimpica, specializzandosi nel lancio del disco e nel getto del peso. Conquista diversi titoli, fino all’argento ai Giochi paralimpici di Rio de Janeiro 2016.

Emozionato per la nomina al Coni, con la positività che lo contraddistingue, Tapia ha parlato della sua recente e vittoriosa avventura televisiva a Ballando con le stelle: “Dedico il successo a tutti i ragazzi disabili che ci sono in Italia – le parole del campione paralimpico – . Ho scelto di partecipare al programma di Rai Uno proprio per loro.

Quando lavoravo come giardiniere avevo come colleghi anche dei membri di una coopertiva per persone con problemi fisici o mentali. Spesso li accudivo io e andavo pure a trovarli fuori dal lavoro. Quando poi ho avuto l’incidente che mi ha tolto la vista, ho capito che avevo il dovere di battermi per i loro, i nostri, diritti. Sono andato in tv per mostrare che tutti possono fare qualcosa di speciale, perchè dentro di noi siamo tutti speciali. L’ho fatto per aiutare i disabili e anche le loro famiglie, per far capire loro che siamo persone speciali. Anzi, siamo i più forti”.

Toccante anche l’intervento di Mauro Bernardi, costretto su una sedia a rotelle a causa di un incidente stradale del 2005, che ha parlato dell’importanza dello sport nella sua vita: “L’attività sportiva mi ha salvato tre volte finora: quando andavo a scuola perchè non avevo voti brillanti ma ero un discreto atleta, quando sono diventato disabile perchè ho potuto iniziare a fare il maestro di sci e quando è morta mia madre perchè mi ha risollevato dal dolore”.

Video correlati

1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.