BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Agguati con pistole in Val Cavallina, carabinieri perquisiscono campo rom

Le operazioni hanno riguardato abitazioni di proprietà ubicate nell'hinterland di Bergamo e Treviglio a seguito dei recenti agguati con tanto di esplosione di armi da fuoco in cui sono rimasti coinvolti alcuni nomadi

Più informazioni su

Perquisizioni ai campi nomadi di Trescore Balneario e Noventa Padovana durante la mattinata di venerdì 19 maggio. Le operazioni hanno riguardato abitazioni di proprietà ubicate nell’hinterland di Bergamo e Treviglio a seguito dei recenti agguati con tanto di esplosione di armi da fuoco in cui sono rimasti coinvolti alcuni nomadi. Le attività sono state disposte dalla Procura di Bergamo in seguito alle indagini condotte dai Carabinieri del comando provinciale.

Gli episodi di cronaca che nel corso degli anni hanno riguardato la zona non mancano. A partire dal 18 ottobre 2015, quando a Montello un nomade rimase vittima insieme alla moglie di un’aggressione a mano armata da parte di uno sconosciuto che a bordo di una moto esplose cinque colpi di pistola contro la loro autovettura.

Il 3 dicembre dello stesso anno i carabinieri di Trescore Balneario trovarono e sequestrarono in una botola di areazione presente in via Rivi una borsa contenente una pistola semiautomatica Glock cal. 9×21, quattro caricatori – di cui tre pieni – contenenti complessivamente 42 munizioni ed una seconda pistola semiautomatica Beretta completa di caricatore con otto munizioni.

E ancora il 5 gennaio 2016, a San Paolo d’Argon, lungo la SS42, dopo aver improvvisato un blocco stradale ignoti esplodevano 4 colpi di pistola in direzione del conducente di un’autovettura di grossa cilindrata. Colpi che, soltanto miracolosamente, non hanno incrociato la strada di altri automobilisti.

Infine il 9 maggio, alla stazione di Trescore Balneario, un nomade di sesso maschile riferiva di essere stato oggetto di un’azione di fuoco insieme alla figlia. Lo stesso giorno, ignoti esplodevano due colpi d’arma da fuoco contro l’abitazione di un altro soggetto nomade.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.