BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Libera presenta il dossier 2016 sulle mafie nel ricordo di Capaci

Non solo una data della memoria, ma una giornata di impegno. Anche quest’anno, Libera Bergamo sceglie il 23 maggio - anniversario della strage di Capaci - per fare il punto sulle mafie in Bergamasca

Non solo una data della memoria, ma una giornata di impegno. Anche quest’anno, Libera Bergamo sceglie il 23 maggio – anniversario della strage di Capaci – per fare il punto sulle mafie in Bergamasca e per presentare il Dossier 2016, una raccolta di fatti e avvenimenti che mettono in luce la presenza e il radicamento della criminalità organizzata nella nostra provincia nel corso dell’ultimo anno.

L’iniziativa, organizzata per martedì 23 maggio alle 20,45 presso la sala Viterbi della Provincia di Bergamo, promossa da Libera Bergamo con il patrocinio della Provincia di Bergamo, si pone in continuità con il lavoro svolto negli ultimi anni dall’associazione, culminato lo scorso anno con la pubblicazione del dossier che ha ricostruito la presenza delle mafie in Bergamasca dagli anni Sessanta al 31 dicembre 2015.

Un impegno che ora diventa un appuntamento annuale: la serata del 23 maggio, infatti, permetterà di “aggiornare” il quadro della situazione bergamasca con le vicende del 2016. Sarà inoltre dedicato un apposito focus al tema dei beni sequestrati e dei beni confiscati presenti in Bergamasca.

La serata, sarà moderata da Max Pavan, giornalista di Bergamo Tv, e vedrà i saluti di Matteo Rossi, Presidente della Provincia, e gli interventi di Francesco Breviario, referente del Coordinamento provinciale di Libera, Luca Bonzanni, dell’Osservatorio sulle mafie in Bergamasca-Coordinamento provinciale Libera, Tarcisio Plebani, referente beni confiscati di Libera Bergamo, Alberto Nobili, Procuratore aggiunto di Milano, e Luigi Guarisco, referente regionale di Libera.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.