BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bombe d’acqua e allagamenti a Longuelo, vasca interrata ad Astino foto

Due vasche, una di 40 mila metri cubi e un'altra di sette, saranno realizzate ad Astino per evitare allagamenti al quartiere di Longuelo.

Due vasche saranno realizzate ad Astino per evitare allagamenti al quartiere di Longuelo.

A queste due maxi vasche si aggiunge la pulizia della roggia Corna, pulizia e ripristino degli argini che inizieranno a giugno. Sono alcune delle misure adottate dal Comune di Bergamo che stanza 120mila euro per la progettazione delle due vasche di compensazione. È quanto emerge da una convenzione che vede più soggetti protagonisti per realizzare interventi che attenuino il rischio di allagamento nel quartiere di Longuelo.

La convenzione vede tra i firmatari, oltre Palazzo Frizzoni, anche il Consorzio di Bonifica, il Parco dei Colli e la Mia (Misericordia maggiore che detiene la proprietà dell’ex monastero e di molti terreni ad Astino).

“La prima vasca di contenimento sarà realizzata su un terreno della Mia all’inizio di via Astino, l’altra di sette mila metri cubi invece più a valle – spiega Marco Brembilla, assessore ai lavori pubblici del Comune di Bergamo -. Il progetto prevede una vasca sotterranea, anche se questa scelta sarà affidata ad un pool di professionisti, che raccolga le acque di eventi atmosferici eccezionali. Come amministrazione abbiamo stanziato 120mila euro per la progettazione. Abbiamo espresso la volontà di veder realizzata l’opera entro la primavera del 2018”.

L’affidamento di incarico alla progettazione è affidato al Consorzio di Bonifica.

“Oltre a realizzare queste due vasche – continua Brembilla – il prossimo giugno inizierà l’operazione di pulizia della Roggia Curna che sarà abbassata di circa due metri, un tratto di circa cinquecento metri che da Astino arrivano fino al depuratore di Cascina Lupo”.

“Sulla pulizia di questa roggia pesano i costi elevati, dovuti ai materiali che si sono depositati sul fondo e che sono catalogati come rifiuti speciali – aggiunge l’assessore all’Ambiente Leyla Ciagà -. Ripristineremo l’alveo originale. Oltre a ripulire il fondo verranno ampliati gli argini proprio per evitare eventuali esondazioni in caso di temporali eccezionali”.

Il costo complessivo degli interventi sarà superiore ai 300mila euro (che saranno integralmente in capo al Consorzio di bonifica) che verranno suddivisi tra i quattro soggetti che hanno sottoscritto la convenzione.

E sempre per evitare allagamenti il Comune di Bergamo sta studiando una soluzione anche per il Villaggio degli Sposi, altro quartiere che lo scorso anno fu colpito dalle bombe d’acqua.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.