BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Festival Danza Estate, si parte: Silvia Gribaudi, Chiara Frigo e Philippe Saire

Entra nel vivo la ricca programmazione della 29esima edizione del Festival Danza Estate e si parte alla grande con grandi nomi del panorama contemporaneo che aprono le danze all’insegna della forte ricerca e sperimentazione che contraddistingue tutto il Festival.

Si parte venerdì 19 maggio alle 21 con il primo appuntamento in collaborazione con il festival Orlando- identità, relazioni, possibilità. Sul palcoscenico dell’Auditorium Piazza della Libertà, Claudia Marsicano (finalista premio UBU 2016 Miglior Attrice Under 35) con “R.OSA – 10 esercizi per nuovi virtuosismi”, diretto da Silvia Gribaudi, che con questo spettacolo torna a parlare del corpo e del ruolo che occupa nella società. In R.OSA il corpo è insieme reale e palpabile di materia e diventa opera d’arte, è fonte di ironia, a proprio agio in uno spazio, quindi espressione di piacere e libertà.

Lo spettacolo racconta una rivoluzione del corpo che si ribella alla gravità e mostra la sua lievità: una ricerca del “non limite”, come afferma la coreografa stessa, per scoprire come l’arte “possa creare bellezza, che nasce da un movimento senza limiti: i nostri corpi, la carne, la pelle possono assumere tante forme diverse e trasformabili grazie ai nostri muscoli e allo scheletro, per diventare infinite cose differenti. In R. OSA la danzatrice usa tutte le parti di se stessa, la voce, le gambe, la pancia, la faccia e in ogni esercizio ne valorizza le particolarità. Questa è la partitura coreografica dei dettagli per parlare di vitalità di ogni corpo”. (Biglietto 12 euro, ridotto 10)

Domenica 21 è la volta di un doppio appuntamento inserito nella programmazione del Teatro Sociale Stagione 2016-17 e sempre in collaborazione con Orlando – identità, relazioni, possibilità: due spettacoli di grande effetto che portano le firme di importanti nomi del mondo della danza contemporanea.

Alle 21 va in scena “West End” di Chiara Frigo, coreografa e performer laureata in biologia molecolare, il cui curriculum vanta premi e collaborazioni in tutto i mondo. (Serbia, Inghilterra, Spagna, Egitto, Olanda, Danimarca, Canada), che con questo spettacolo racconta il declino dell’Occidente con ritmo e leggerezza. In scena, la performer Amy Bell, che a passi di tip tap e cadenze ritmate, onora le ceneri della rinascita, tra ironia e nostalgia. In mezzo ai sogni mancati e alle questioni che ci inchiodano al presente, la tenace relazione tra l’Occidente e il declino impone la scelta di uno sguardo: “Ci sono dei semi ai quali saremmo disposti a dare un seguito e su quali possibilità di rinascita daremo prova del nostro coraggio?”.

A seguire, l’eclettico coreografo algerino Philippe Saire porta in scena la sua compagnia di Losanna, ampiamente conosciuta nel mondo della danza internazionale grazie ai tanti riconoscimenti ottenuti e a più di 30 produzioni replicate in oltre 200 città in tutto il mondo. Cie Philippe Saire, per Festival danza Estate, porta sul palcoscenico del Teatro Sociale una performance unica e affascinante che unisce danza e nuove tecnologie: “Vacuum”, un’installazione di immagini impossibili e dipinti fantastici, un gioco di corpi che appaiono e scompaiono tra buchi neri e luci abbaglianti. Attraverso un’illusione ottica creata da due tubi al neon, una coppia di danzatori fluttua danzando nel vuoto, esplorando la percezione visiva del movimento. “Il vuoto non è mai stato così pieno, meravigliosamente pieno”. (Biglietto unico per entrambi gli spettacoli 18-15 euro, ridotto 10)

E al termine della serata, ci si sposta alle ex carceri di Sant’Agata per “Orlando Danza – Closing vs Opening Party”, una notte per festeggiare la chiusura di “Orlando” e l’apertura del “Festival Danza Estate” (evento gratuito rivolto a tutti).

Per info e prevendite: www.festivaldanzaestate.it – CSC Anymore 035 224700

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.