BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“I 15 giorni del lavoro”: ecco tutte le iniziative promosse dalle Acli

Dal 27 aprile la terza edizione della rassegna “I 15 giorni del lavoro” promossa dalle Acli di Bergamo

Più informazioni su

Dal 27 aprile si terrà la terza edizione della rassegna “I 15 giorni del lavoro” promossa dalle Acli.

La rassegna avrà come titolo “Il lavoro come responsabilità”, intesa come responsabilità delle imprese, delle istituzioni, dei sindacati, delle associazioni, ma anche dei lavoratori.

L’obiettivo è riportare al centro del dibattito pubblico il tema cruciale del lavoro in relazione all’economia, alla formazione, alle riforme, alla scuola, ai giovani, ma soprattutto, e prima di tutto, alla persona e alla sua dignità nella dimensione lavorativa.

Numerose le iniziative previste in cartellone, che inizia il 27 aprile e prosegue per buona parte del mese di maggio. Alcune sono promosse dalla sede provinciale, altre sono organizzate dai circoli Acli, altre ancora promosse da soggetti provinciali e locali che si occupano di lavoro e di promozione sociale. Segnaliamo alcune iniziative di carattere provinciale a cui teniamo particolarmente.

Venerdì 28 aprile alle 18 al Salone Riformisti di Bergamo si terrà la presentazione del libro “Il mutualismo: per un nuovo stato sociale” con Sandro Antoniazzi e Marco Carcano, a sottolineare quanto questa tematica sia ancora attuale, soprattutto oggi per muovere verso soluzioni che abbiano al centro persone capaci di crescere e costruire insieme.

Lunedì 1 maggio alle 10 avrà luogo a Bergamo la consueta manifestazione sindacale del 1° Maggio promossa dai sindacati CGIL, CISL E UIL a cui le Acli aderiscono, e alle 16 la messa con mons. Francesco Beschi alla Cooperativa Ecosviluppo di Stezzano, in occasione del Giubileo del mondo del lavoro.

Martedì 2 maggio alle 21 al Cineteatro del Borgo in Bergamo avrà luogo la proiezione del film sul lavoro “7 minuti” di Michele Placido, ispirato a una storia vera accaduta a Yssingeaux, in Francia.

Venerdì 5 maggio alle 15 all’aula Magna degli Studi di Bergamo – ex chiesa di Sant’Agostino si terrà un convegno pubblico da titolo “Quale futuro per le politiche attive?” per cercare di comprendere in che modo le istituzioni possano ancora mettersi in gioco in questa direzione.

Venerdì 12 maggio dalle 9 alle 13 alla Casa del Giovane di Bergamo, si discuterà dei sempre più complessi accordi tra lavoratori e datori di lavoro in un convegno pubblico dal titolo “Il nuovo codice dei contratti: strumenti a disposizione delle Pubbliche Amministrazioni nella relazione con le imprese ordinarie e le imprese cooperative”.

Sabato 13 maggio alle 15 a Villa d’Almè verrà inaugurata la nuova sede della cooperativa Koinè. Ci sarà la possibilità di visitare la cooperativa, prendere parte a un breve dibattito pubblico e partecipare alla messa celebrata da don Cristiano Re.

Giovedì 18 maggio alle 20.45 alla Tenaris di Dalmine si terrà una tavola rotonda dal titolo “Donne e lavoro” per discutere su questo binomio di estrema attualità.

Si segnalano, inoltre, anche due percorsi dedicati, accessibili previa iscrizione, che abbiamo deciso di collocare all’interno della rassegna per la loro peculiarità e per il target a cui si rivolgono.

Il primo propone la visita di tre realtà imprenditoriali significative della bergamasca, con l’obiettivo di conoscerne da vicino il funzionamento e i requisiti che il mondo del lavoro richiede oggi.

Si parte sabato 6 maggio alle re 9.30 con la visita alla Cosberg di Terno d’Isola, azienda leader nel settore dell’automazione e della tecnologia industriale.

Sabato 13 maggio alle 9.30 sarà invece possibile visitare la Montello Spa di Montello, azienda leader nel trattamento di selezione, recupero e riciclo degli imballaggi in plastica e nel trattamento, recupero e riciclo di rifiuti organici.

Da ultimo, sabato 20 maggio alle 9.30, è prevista la visita alla Stazione Maiscoltura di Stezzano, costituita nel 1920, che ha contribuito fin dall’inizio allo sviluppo della maiscoltura italiana con la creazione di varietà adatte alle condizioni climatiche nazionali.

Il secondo percorso è riservato in particolare ai giovani e propone la visita di tre realtà imprenditoriali giovanili, che si occupano di promozione culturale e aggregativa. Anche in questo caso l’obiettivo è conoscere da vicino il funzionamento e le peculiarità di imprese gestite da giovani.

Il percorso prevede nell’ordine la visita al Belleville Rendezvous di Paratico (Brescia) di giovedì 4 maggio alle 18.30, all’Upperlab di Bergamo venerdì 12 maggio alle 18.30 e all’Edonè di Bergamo giovedì 18 maggio alle 18.30.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.