BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Gavazzo di Valbondione: “Più migranti che abitanti, in arrivo nuovo esposto”

Nel primo pomeriggio di venerdì circa trenta richiedenti asilo sono arrivati nella piccola frazione di Valbondione: in arrivo un nuovo esposto simile a quello già presentato per il caso di Lizzola.

È di nuovo polemica sui profughi a Valbondione: a denunciare un nuovo arrivo è ancora Walter Semperboni, candidato alle ultime elezioni amministrative e residente a Lizzola. Questa volta ad essere interessata dallo “sbarco” è la frazione di Gavazzo che complessivamente conta circa 20 abitanti: attorno alle 13 di venerdì 21 aprile nel piccolo centro sarebbero arrivati una trentina di richiedenti asilo.

A testimonianza della sua denuncia Semperboni ha pubblicato anche un video sul proprio profilo Facebook, dove si vedono i migranti all’esterno di una grande struttura privata del paese.

Solo un paio di mesi fa Semperboni aveva denunciato ai carabinieri di Ardesio, tramite un esposto, una situazione simile nella frazione di Lizzola dove a fronte di 150 abitanti sono ospitati una cinquantina di profughi: “Da allora – spiega nel video – nulla è cambiato”.

Anche per il caso di Gavazzo, dove martedì 25 aprile dovrebbero arrivare anche le telecamere della trasmissione di Rete 4 “Dalla vostra parte”, Semperboni intende rivolgersi ai militari dell’Arma: il senso delle sue rimostranze è ormai noto, ovvero verificare che la situazione attuale a Valbondione non sia in contrasto con la normativa vigente che, sulla base di un accordo raggiunto a fine 2016 tra Anci e Viminale, prevede l’accoglienza su base volontaria di un massimo di 2,5 migranti ogni mille abitanti.

Stando a quell’accordo, quindi, Valbondione con i suoi 1.065 abitanti (dato 2016) potrebbe ospitarne al massimo 3.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.