BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tra scienza e tecnologia: con “Eureka! Funziona!” Confindustria premia le scuole fotogallery

Il progetto vincitore però è stato quello delle classi quinte della scuola elementare di Calusco: "Daniele, l'alunno scuola in bici", realizzata da Giorgia Colleoni, Matteo Colombo, Micol Grazioli e Daniele Limonta

Al Teatro delle Grazie di Bergamo si è tenuta la fase conclusiva del concorso “Eureka! Funziona!”, iniziativa promossa dal gruppo metalmeccanici di Confindustria di Bergamo.

"Eureka! Funziona!": Confindustria premia le scuole

Questo progetto nasce in Finlandia e da 5 anni viene adottato anche in Italia, vi hanno partecipato quest’anno 14000 bambini di tutto il territorio nazionale.

Il progetto specifico di quest’anno è chiamato “Pneumatica e attuatori”, al quale hanno partecipato nove istituti scolastici della nostra provincia.

La gara consiste nella costruzione tecnologica di un giocattolo in grado di muoversi, utilizzando un kit fornito da Federmeccanica, costituito da oggetti ed elementi semplici, di uso comune. Inoltre, le classi hanno accompagnato il lavoro con un diario di bordo che racconta l’esperienza svolta step by step.

Questo progetto presenta due principali scopi: il primo è quello di orientare i ragazzi verso la tecnologia e la scienza, il secondo consiste nello stimolare gli alunni a dare il meglio di sé all’interno di un gruppo, attuando lavoro di squadra e cooperazione con i compagni.

Alla premiazione hanno preso parte Aniello Aliberti, vicepresidente del gruppo metalmeccanici di Confindustria Bergamo, Mario Scaglia, cavaliere del lavoro e presidente della Fondazione Camillo Scaglia, Francesca Dubini in rappresentanza del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Bergamo e Gisella Persico in rappresentanza dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Bergamo.

La scuola terza classificata è stata quella di Brembilla, a Laxolo, che ha presentato una bandiera italiana in grado di ergersi e abbassarsi autonomamente lungo un’asta.

La scuola seconda classificata è stata quella di Osio Sopra, che ha realizzato il progetto dal titolo “Viaggio spaziale”, costruendo una navicella con all’interno un cagnolino astronauta. Questa creazione presenta tre movimenti autonomi diversi: il cagnolino che sale e scende dal razzo, la scala della navicella che si allontana o avvicina dal razzo e il movimento di decollo del razzo stesso.

Il progetto vincitore però è stato quello delle classi quinte della scuola elementare di Calusco: “Daniele, l’alunno scuola in bici”, realizzata da Giorgia Colleoni, Matteo Colombo, Micol Grazioli e Daniele Limonta.

Questa splendida realizzazione presenta un pupazzo al di sopra di una bicicletta giocattolo, in grado di pedalare e avvicinare il lecca lecca, in mano, verso la bocca, autonomamente.

E stato inoltre premiata la scuola Papa Giovanni XXIII di Prezzate, autrice del miglior diario di bordo.

Abbiamo infine chiesto un commento ad Aniello Aliberti sulla riuscita di questo progetto: “Siamo davvero soddisfatti di ciò che abbiamo ottenuto, questo è un progetto iniziato 5 anni fa che ha riscontrato un enorme successo. Dovete tenere presente che sono 14000 i ragazzi italiani che hanno partecipato a questa idea, è importante suscitare in loro lo stimolo della creatività e il piacere di stare insieme ai compagni, lavorando in equipe. È stato splendido vedere nei bambini una reazione così partecipativa, devono capire fin da piccoli che il mondo del lavoro e dell’Industria va affrontato con piacere. È importante sviluppare il concetto della technology innovation nelle scuole e stimolare in loro la creatività”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.