BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

A Spirano arriva Geolander, la nuova auto del Comune che “spierà” l’intero paese fotogallery

Il Comune di Spirano diventerà uno dei capofila nella sperimentazione di questa innovazione tecnologica partita mercoledì 19 aprile sul suolo comunale

Si chiama Geolander e permetterà di mappare l’intero paese di Spirano riportando una vasta serie di dati non solo fotografici ma anche relativi a misurazioni, distanze, numerazioni, punti luce, segnaletica, cartellonistica, che verranno utilizzati dai tecnici comunali per monitorare a 360 gradi il paese, individuando le problematiche su cui intervenire e avendo allo stesso tempo un censimento a tutto tondo della realtà cittadina.

Geolander a Spirano

Questa tecnologia, sfruttata ampiamente negli Stati Uniti, è una novità in Italia, dove appunto il Comune di Spirano diventerà uno dei capofila nella sperimentazione di questa innovazione tecnologica partita mercoledì 19 aprile sul suolo comunale con l’acquisizione dei dati dell’intera area cittadina a cui seguirà poi una seconda fase in cui verranno elaborate le informazione raccolte e inserite in un database digitalizzato.

Buche, tombini, aree da riqualificare, ma anche altezza dei lampioni e efficacia dei punti luce, rilevazione delle targhe dei numeri civici, rendicontazione di tutta la segnaletica cittadina, sono solo alcune delle decine di scansioni che vengono ricavate da questo potente radar, che utilizza diverse soluzioni all’avanguardia montate a bordo di una particolare vettura in pieno stile “Google Car”, come ad esempio videocamere mobili, laser a 360 gradi, scanner per rilevare la situazione del manto stradale ecc. il tutto atto a garantire una precisione di elaborazione e acquisizione delle informazioni con una soglia di errore di pochissimi centimetri.

Il progetto, sviluppato grazie a una partnership con la ditta Globo, sarà totalmente a costo zero per il comune, che si offrirà appunto come “cavia” per testare questo tipo di servizio hi-tec che probabilmente in futuro verrà reso disponibile ai cittadini grazie ad un software di realtà aumentata capace di mostrare, utilizzando i più recenti visori 3D a cui collegare gli smartphone, l’intera vista del paese, ovviamente “ripulita” da tutti quei dati sensibili raccolti dal Geolander, i quali saranno invece accessibili solo alle autorità pubbliche competenti.

Non solo innovazione ma anche collaborazione tra enti e servizi, con la proposta, raccolta da tutte le parti in gioco, di integrare la rilevazione terrestre del Geolander a quella aerea mediante l’utilizzo dei droni già in dotazione alla Polizia Locale di Spirano, i quali vengono ormai da tempo guidati e sfruttati dal Comandante Matteo Copia in diverse attività di monitoraggio cittadino.

“Si tratta di rilevare tutta la superficie comunale – afferma soddisfatto il sindaco di Spirano Giovanni Malanchini attraverso un sistema altamente specializzato e tecnologicamente avanzato. L’innovazione, rispetto ad altri sistemi simili come ad esempio Google Maps e Street Views, sta nel fatto che insieme alle immagini vengono integrati dei dati tecnici basati su un sistema GPS, quindi tutte queste rilevazioni possono essere sovrapposte al nostro sistema informativo territoriale che già esiste e un domani potremmo fornire su questa base cartografica un interfaccia diretta per fornire servizi semplici e intuitivi ai cittadini”. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.