BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Negato il prato di Pontida per il raduno anti-razzista dei centri sociali di Napoli

"Insurgencia", il movimento organizzatore dell'evento presentato come risposta musicale alla visita di Salvini a Napoli, ha infatti reso noto che le Ferrovie dello Stato hanno negato l’uso dell’area verde

È a rischio la manifestazione nazionale antirazzista organizzata dai centri sociali per sabato 22 aprile a Pontida. “Insurgencia”, il movimento organizzatore dell’evento presentato come risposta musicale alla visita del leader della Lega Matteo Salvini a Napoli, ha infatti reso noto che le Ferrovie dello Stato hanno negato l’uso dell’area verde nei pressi del cimitero e del villaggio Magnetti.

Il terreno, di proprietà appunto delle Ferrovie, era stato scelto dopo la chiusura del paese da parte del sindaco (leghista) Luigi Carozzi, che ha predisposto un’ordinanza delimitando l’accesso a varie zone del paese, anche per evitare possibili disordini e disagi ai suoi cittadini.

“Le Ferrovie dello Stato ci hanno negato, per la manifestazione nazionale antirazzista del 22 aprile prossimo a Pontida, l’uso del pratone – hanno scritto sulla loro pagina Facebook i responsabili di Insurgencia –. Proprio sul terreno di proprietà delle Ferrovie si dovrà svolgere il concerto che chiude la manifestazione che vede la partecipazione di numerosi artisti (99 Posse, Tonino Carotone, Eugenio Bennato, Valerio Jovine e tanti altri)”.

“Il divieto – proseguono – è giunto dopo una settimana di rassicurazioni da parte delle Questure di Milano e Bergamo sul tranquillo svolgersi dell’evento. Giunge soprattutto dopo la blindatura della città decisa dal sindaco leghista di Pontida Luigi Carozzi. I divieti non fermeranno la nostra mobilitazione”.

Nel frattempo mercoledì si terrà una riunione in Prefettura per discutere di ordine pubblico in vista della manifestazione e capire come organizzare lo schieramento di forze dell’ordine, anche alla luce degli ultimi sviluppi.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.