BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Atalanta-Juve, tifosi infuriati per il costo dei biglietti: “Sono prezzi da vergogna”

Prezzi raddoppiati nelle tribune e niente ridotti per i bambini: una parte dei sostenitori nerazzurri si scaglia contro la società

È scoppiata la polemica per il costo dei biglietti di Atalanta-Juventus. Una parte dei tifosi ha infatti accolto con enorme malumore la pubblicazione dei prezzi dei tagliandi per assistere al match in programma venerdì 28 o sabato 29 aprile (dipenderà dalla qualificazione dei bianconeri alla semifinale di Champions League).

Si va infatti dai 25 euro per le due curve (ribassati nel pomeriggio di mercoledì) ai 45 euro per i distinti nord e il parterre della Creberg (prevendita compresa).

Prezzi più che raddoppiati per la tribuna Creberg coperta: se contro il Bologna (sabato, alle 18) basteranno 40 euro più 5 di prevendita, contro la Juventus ne serviranno 100 (90 + 10). Stesso discorso per le laterali della Creberg: 75 euro più 5 per l’area coperta; 55 + 5 per quella scoperta.

Anche la pitch-view costerà molto più del solito: 180 euro per Atalanta-Bologna, 340 per Atalanta-Juventus.

A rendere ancor più amara la situazione per i sostenitori interessati al biglietto per la partita contro Dybala e compagni il fatto che, curve escluse, siano stati tolti i ridotti: anche i più piccoli, quindi, pagheranno il prezzo intero per accomodarsi nelle due tribune.

TUTTI I PREZZI DI ATALANTA-JUVENTUS QUA

Come detto, la cosa ha fatto infuriare una parte della tifoseria che ha espresso il proprio malumore direttamente al club di Zingonia.

Malumore che va ad aggiungersi alla delusione di chi martedì 18 aprile si è inutilmente messo in coda all’Atalanta Store di via Tiraboschi per acquistare i primi biglietti (che sarebbero dovuti essere in vendita dalle 12): poco prima delle 12.30, a sorpresa, la società ha comunicato che la vendita libera dei biglietti era stata rinviata di un giorno.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.