BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Spara per provare la pistola ma colpisce la finestra di una ditta: denunciato 46enne

L'uomo, un imprenditore della zona, ha esploso quindici colpi calibro 9: i carabinieri hanno sequestrato tutte le armi in suo possesso.

Voleva provare la propria pistola, così si è diretto nei campi adiacenti la sua azienda e ha iniziato a sparare: una quindicina di colpi in tutto, due dei quali hanno colpito la finestra di una ditta di vernici. 

Protagonista dell’episodio, la sera di Pasqua, un imprenditore 46enne di Azzano San Paolo che, secondo quanto riferito dallo stesso ai carabinieri, si era recato nella zona industriale di Grassobbio per testare l’arma, una calibro 9 regolarmente denunciata. 

Lunedì, però, la scoperta di due fori nella finestra dell’azienda vicina: subito sono scattate le indagini da parte dei carabinieri di Zanica che in poco tempo sono riusciti a risalire all’imprenditore, denunciato nel pomeriggio per danneggiamento e spari in luogo pubblico. 

All’uomo sono state anche sequestrate tutte le armi in suo possesso. 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Kurt Erdam

    Ecco perché bisogna limitare al massimo l’uso delle armi ai privati.Se è così facile rischiare di ammazzare qualcuno per una semplice prova delle armi figuriamoci quando qualcuno sorpassa a destra,non dà la precedenza ti ruba il parcheggio o tiene la radio troppo alta vicino a casa tua,non parliamone se poi fa un complimento di troppo alla fidanzata e via così.Solo chi vuole cavalcare il malcontento per acquisire potere sfrutta questi argomenti per guadagnare consensi dalle menti più deboli e malate e dal mio punto di vista è un criminale paragonabile a chi causa la morte di qualcuno volontariamente.