BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Latte, svolta storica per il Made in Italy: scatta l’obbligo di etichetta

Da mercoledì una novità importante per il Made in Italy. Scatta infatti il 19 aprile l'obbligo di indicare in etichetta l'origine del latte e dei prodotti lattiero-caseari.

Da mercoledì una novità importante per il Made in Italy. Scatta infatti il 19 aprile l’obbligo di indicare in etichetta l’origine del latte e dei prodotti lattiero-caseari. Una novità molto attesa che rivoluziona la spesa degli italiani e difende gli allevatori dal falso. La Coldiretti infatti fa notare che ad oggi 3 buste di latte a lunga conservazione su 4 contengono prodotto straniero, e non era possibile riconoscerle.

Il sistema delle etichette indicherà con chiarezza al consumatore la provenienza delle materie prime di molti prodotti come latte UHT, burro, yogurt, mozzarella, formaggi e latticini. E deve essere indicata l’origine della materia prima in etichetta in maniera chiara, visibile e facilmente leggibile.

Se confezionamento e trasformazione avvengono in Paesi diversi dall’Italia, possono essere utilizzate, a seconda della provenienza, le seguenti diciture:

a) latte di Paesi UE: se la mungitura avviene in uno o più Paesi europei;

b) latte condizionato o trasformato in Paesi UE: se queste fasi avvengono in uno o più Paesi europei.

Se il latte è trattato al di fuori dell’Unione europea, la dicitura sarà “Paesi non UE”. Esclusi solo i prodotti Dop e Igp che sono già tracciati dall’origine.

“E’ una svolta storica che permetterà di inaugurare un rapporto più trasparente e sicuro tra allevatori, produttori e consumatori”, commenta con l’Ansa il ministro delle Politiche Agricole, Maurizio Martina, che battaglia perché questo modello si affermi a livello europeo.

Cosa cambierà in concreto? Da mercoledì le etichette di tutte le confezioni di latte e prodotti lattiero-caseari dovranno indicare il nome del Paese in cui è stato munto il latte e quello in cui è stato condizionato o trasformato. Qualora il latte utilizzato come ingrediente sia stato munto, confezionato e trasformato nello stesso Paese, l’indicazione di origine può essere assolta con una sola dicitura “ORIGINE DEL LATTE: ITALIA”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.