BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Susanna Tartaruga e Ugo Rotella: colorati protagonisti delle vignette sulle diversità

Affrontare le diversità e abbattere i muri che possono dividere: sono da sempre gli obiettivi della disegnatrice loverese Clara Grassi che ha fatto dello slogan #ilovedifferences il suo punto di forza.

Affrontare le diversità e abbattere i muri che possono dividere: sono da sempre gli obiettivi della disegnatrice loverese Clara Grassi che, con le sue illustrazioni “Pennuti Skizzati” e “Skizzoo” ha fatto dello slogan #ilovedifferences il suo punto di forza. Clara ha sempre cercato di affrontare argomenti delicati con positività e ironia, senza mai essere offensiva, dando vita e colore alle differenze in modo simpatico e leggero, per farle conoscere e accettare.

Dall’8 agosto 2015, Clara Grassi è accompagnata da Susanna, la sua bambina, nata con un cromosoma in più, che l’ha spinta a continuare quel cammino intrapreso nel 2011 con le sue prime illustrazioni. Oggi Susanna, nella veste di tartarughina con un cromosoma in più, come ama definirla sua mamma, ha un amico sulla pagina Facebook: è Ugo Rotella.

Nella giornata dedicata a persone con sindrome di down (21 marzo), abbiamo intervistato Clara, che ci ha raccontato cosa vuole esprimere attraverso le vignette di Susanna e Ugo e quanto sia importante parlare e ironizzare sulle diversità, perché è così che si abbattono barriere e paure.

Quando e come è nata la pagina Facebook Susanna Tartaruga?

Con mia figlia Susanna ed è collegata ad un blog su cui racconto ogni tanto della sua vita (http://susannatartaruga.blogspot.it/). Non sono un genio della scrittura e nemmeno lo faccio per egocentrismo. Lo faccio perché ritengo sia utile per sensibilizzare. Dico sempre ironicamente “Se volete seguirci, non potrete rimanere indietro perché andiamo pianissimo”. Andiamo pianissimo perché Susanna è una tartarughina con i suoi tempi e le mamme delle tartarughe hanno molte cose da fare e poco tempo per scrivere.

Susanna adesso non è la sola protagonista delle vignette…

Ultimamente con lei è arrivato Ugo Rotella, un tartarugo che ha le ruote al posto delle zampe. L’ha inventato mio marito Jimmi, a dirla tutta: un richiamo simpatico a un altro tipo di disabilità più fisica.

clara grassi

Quale messaggio vuole trasmettere con i racconti sul blog e le vignette di Susanna?

Per ora non ho grandi idee, se non la convinzione che le barriere e le paure del diverso si possono abbattere parlandone. Le mie vignette sono un tentativo di fare dell’ironia sull’argomento della disabilità con la speranza di non offendere mai nessuno. Onestamente di vignette non ne ho mai fatte e magari non è il mio forte, così come i racconti, ma tante persone mi scrivono in privato ringraziandomi perché le ho fatte riflettere e questo mi basta.

Cosa vuol portare di differente rispetto al suo lavoro con Pennuti Skizzati?

È una cosa che si stacca completamente dal mio lavoro con Pennuti Skizzati, che è il mio marchio a cui continuo a lavorare con i miei tre nuovi soci, anche se mi viene spontaneo usare l’illustrazione come tramite sperando di poter passare messaggi comprensibili a tutti, che facciano fare un sorriso e magari provochino una riflessione. In realtà anche con i pennuti Skizzati ho sempre tentato di fare questo, ma con queste tartarughe si va un po’ nello specifico, voglio che rimanga una sorta di dedica a mia figlia, non un lavoro.

Ha qualche progetto più grande per il futuro?

Un giorno chissà… Un libro per bambini? L’educazione all’accettazione del diverso deve partire fin da piccoli.

E le novità dell’ultim’ora? 

In quest’ultimo periodo è cominciata l’amicizia e collaborazione con Iacopo Melio che è il fondatore della Onlus #vorreiprendereiltreno a cui ho donato un disegno per delle magliette che potete trovare su worthwearing.org

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.