BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Si dimette il presidente dell’Unione dei comuni della Presolana

Dopo l'esito negativo del referendum, ma Giuliano Covelli spiega: "Lascio perché il mio era un incarico a tempo".

“Nella mattinata di venerdì 17 marzo protocollo le mie dimissioni”: questo l’annuncio di Giuliano Covelli – Presidente dell’Unione dei Comuni della Presolana – nel corso della riunione tenuta presso la sala Consiliare di Rovetta nella serata di giovedì, dopo l’interpellanza letta dal consigliere di minoranza Mauro Bertocchi.

Covelli annuncia di lasciare l’incarico spiegando chiaramente quali sono le motivazioni che l’hanno spinto a questa scelta: “Non mi dimetto perché è stato richiesto dalle minoranze ma perché, quando due anni e mezzo fa avevo assunto questo incarico, avevo detto chiaramente che il mio mandato sarebbe stato a tempo determinato e che sarebbe durato un anno e mezzo; il mio periodo di presidenza è stato più lungo del previsto ed ora ritengo necessario dimettermi”.

Mauro Bertocchi, consigliere di minoranza spende parole riconoscenti verso il Presidente: “Ringraziamo Covelli per il lavoro svolto e per l’impegno ma, in seguito all’esito negativo del referendum riguardante la fusione, chiediamo un cambiamento; inoltre, speriamo in un riallacciamento con Castione della Presolana per condividere ed ampliare i servizi. A mio avviso l’Unione dei Comuni è come una Ferrari con il motore di una 500”.

Ribatte Covelli dichiarando di credere in questa Unione (Cerete, Fino del Monte, Songavazzo, Rovetta e Onore) manifestando la volontà di mantenerla operativa ed incrementarne i servizi. Infatti, a breve verrà ampliato il corpo di Polizia Locale: “Assumeremo nuovi agenti: uno per incrementare la categoria D (per 7 mesi), uno per la categoria C (per 5 mesi) e potenzieremo il numero dei Vigili in vista dell’estate; sul territorio avremo cinque agenti operativi. Verranno inoltre installate cinque nuove telecamere di videosorveglianza: questo permetterà alla Polizia Locale di agire con strumentalizzazioni moderne”.

Nel corso della serata è stato approvato il Bilancio dell’Ente e, in seguito alla richiesta delle minoranze, sono stati illustrati i prezzi sostenuti per il progetto fusione: 8 mila euro più IVA ripartiti per 1.952 euro per ogni Comune.

Chiude la serata il Presidente Covelli porgendo un caloroso ringraziamento a tutti: “Per me è stato un piacere e un onore lavorare in questo ambiente, sia per quanto riguarda i colleghi che i dipendenti. Adesso passo un assist importante al mio futuro successore e sono contento che prima di andarmene sia stato approvato il bilancio. Abbiamo raggiunto tanti obiettivi e ce ne sono molti altri ancora da conseguire”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.