BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Red e Chiara Canzian a Bergamo: anche Roby Facchinetti “vegano” per una sera fotogallery

Silvia Colombo, classe '89, ha seguito per BGY la presentazione del libro del bassista dei Pooh Red Canzian, "Sano Vegano Italiano", partecipando anche alla cena cucinata da Chiara Canzian, co-autrice del libro, presso la Trattoria d'Ambrosio a Bergamo

Quando qualcuno che non si è mai veramente avvicinato all’etica vegana pensa ad una cena in cui assolutamente niente debba essere di origine animale, subito si immagina di trovarsi di fronte una serie di tristi e fredde portate, messe insieme in fretta e furia per poter mangiare qualcosa che non faccia del male a nessun essere vivente. Un modo di pensare che probabilmente è molto diffuso nonostante la crescita esponenziale di coloro che abbracciano quest’etica, ma allo stesso tempo un pensiero che viene però prontamente smentito nel momento in cui si prova a scoprire più da vicino di cosa si tratta, partecipando magari ad una cena vegana in cui vengono presentati piatti invitanti ben curati e, non da ultimo, decisamente buoni. E probabilmente alcuni di questi pensieri hanno attraversato anche qualcuno dei cento commensali che nel corso della serata di mercoledì 15 marzo hanno preso parte alla cena vegana proposta da Red e Chiara Canzian presso la Trattoria D’Ambrosio di Via Broseta.

Come avevamo anticipato qualche giorno fa, la cena (anzi le due cene!) sono due tappe di quella che è una vera e propria tournée che Red assieme alla figlia Chiara (che cura in particolare proprio il menù) stanno svolgendo nei ristoranti per presentare le ricette e le tematiche contenute nel loro libro Sano Vegano Italiano, edito Rizzoli, uscito il 23 febbraio.

Ad aprire la serata il benvenuto di Red e Chiara, la quale poco dopo ha lasciato la scena al padre per tornare in cucina a preparare la cena con la brigata del ristorante. Red ha quindi continuato con una breve – ma intensa – presentazione di quanto esposto nella prima parte del libro, spiegando in modo concreto la sua teoria del mangiare sano, vegano .. e italiano, mettendo al corrente i presenti di quanti rischi si corrano senza saperlo, semplicemente contando su “credenze” sulla bontà di determinati cibi che in realtà la scienza ha oramai dichiarato superati. E così dopo aver raccontato dei falsi benefici del latte, del perché persino mangiare un uovo fa del male a moltissimi piccoli pulcini, l’applauso della sala è partito in modo totalmente spontaneo di fronte all’affermazione del bassista su quanto anche per un onnivoro sia disgustoso uccidere dei cuccioli come è invece usanza fare per Pasqua.

Al termine della presentazione è stato dato il via alla cena e Chiara si è presentata in sala poco prima di ogni portata per spiegare in breve i piatti che a breve sarebbero stati serviti. Questo il menù della serata:

– Farinata di ceci con maionese al rosmarino
– Humus di ceci con pomodorini confit
– Gnocchi di carote viola al sugo di carciofi
– Stracotto di muscolo di grano su polenta
– Torta al cioccolato farcita con marmellata di mirtilli

A giudicare dalle facce sorridenti, dal clima festoso e dai piatti vuoti che sono tornati in cucina la cena dev’essere piaciuta a tutti.

Red e chiara canzian

A rendere ancora più speciale questa serata è stata la sorpresa della presenza di un altro membro dei Pooh, Roby Facchinetti, che a Bergamo gioca in casa. Al termine della cena il tastierista bergamasco ha preso la parola per ringraziare il suo amico di sempre per la meravigliosa serata, e anche per aver dato prova che si può mangiare in modo sano sia per noi che verso il prossimo, pur non sacrificando in alcun modo il gusto!

Da onnivora ammetto che la serata è stata una vera sorpresa: non avrei mai pensato di poter gradire un’intera cena che non avesse assolutamente nulla di derivazione animale e quindi per una sera posso dire anch’io (come spesso ripete Red nelle sue presentazioni) “di non aver mangiato qualcuno ma qualcosa!” Spente le luci sulla serata ciascuno avrà sicuramente recepito in modo totalmente diverso ciò che hanno assaggiato, scegliendo di orientare la propria alimentazione verso uno stile vegetariano o vegano, o invece di mantenere la propria dieta onnivora ma magari con qualche consapevolezza in più.

Questo libro in fondo vuole essere proprio questo: una sorta di incontro pacifico tra le due parti, in modo tale che non sia né il vegano né l’onnivoro a giudicare l’altra parte per il suo modo giusto o sbagliato di alimentarsi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.