BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bancari Cisl, tregua “armata”: si elegge il direttivo ma nuovo rinvio per la segreteria

Dopo il nulla di fatto dello scorso 4 marzo all'interno della First manca ancora l'accordo sulla futura segreteria: se le due anime interne non troveranno un'intesa non ci sarà altra soluzione che il commissariamento.

Un nuovo nulla di fatto, o quasi: dopo il rinvio dello scorso 4 marzo il congresso della First Cisl Bergamo, il nuovo sindacato del settore finanziario e del credito nato lo scorso anno dall’unione di Fiba Cisl e Dircredito, riconvocato venerdì 17 è riuscito a produrre solamente un precario accordo per l’elezione del direttivo.

Seppur piccolo si tratta comunque di un passo avanti rispetto allo stallo di una decina di giorni fa quando il congresso non era nemmeno cominciato: una situazione che ha rischiato di ripetersi nuovamente perchè le due anime interne alla categoria hanno discusso a lungo sul da farsi.

Pur concordando sulla necessità di procedere all’elezione del direttivo, il congresso è iniziato con un paio di ore di ritardo rispetto alla tabella di marcia originaria a causa dei fitti colloqui che lo hanno preceduto: in questo caso a dividere le parti è stato il numero dei membri del direttivo, organismo rappresentativo dei delegati deputato all’elezione della segreteria.

Differenze minime ma che sono sembrate quasi insuperabili fino alla “tregua armata”: in definitiva l’accordo pare sia stato trovato sulla composizione a 26 membri. 

La giornata, che avrebbe dovuto concludersi con l’elezione della nuova segreteria, si è invece fermata qui: prossimamente verrà convocata una nuova riunione dove i membri del direttivo saranno chiamati ad eleggere il nuovo segretario generale e i suoi collaboratori più stretti. Un appuntamento che, date le premesse, non potrà che essere movimentato: in caso di mancato accordo in quella sede la categoria andrebbe incontro al commissariamento, con le nomine che arriverebbero dalla Cisl regionale o nazionale.

Per evitarlo ci sarebbe solamente l’ipotesi della reggenza, ovvero con il direttivo che dovrebbe individuare una sola persona in grado di reggere la categoria fino a che le parti non saranno in grado di autoregolamentarsi. 

Una situazione intricata che dopo i malumori interni era diventata definitivamente un caso con le dimissioni rassegnate dall’ex segretario provinciale Francesco Galizzi, “Funzionali – aveva spiegato – ad un accordo che si deve trovare con la federazione, credo che fossero necessarie per favorire una possibilità di mediazione e giungere ad una posizione unitaria per la categoria. Il settore bancario vive una fase complessa e per questo è opportuno che la First Cisl abbia al suo interno una posizione unitaria”.

Un auspicio che, per ora, non trova riscontri nella realtà dei fatti anche se l’esito della votazione ha premiato il segretario uscente, con i suoi sostenitori che hanno ottenuto la maggioranza dei voti.

Il nuovo direttivo:

Stefano Anesa

Giovanni Salvoldi

Silvana Paganessi

Giuseppe Plebani

Lidia Canko

Stefano Pesenti

Francesco Galizzi

Patrizia Trovesi

Alessandra Grassi

Mirco Carminati

Roberto Fumagalli

Lia Avogadri

Roberto Geria

Achille Tortolano

Andrea Battistini

Giuseppe Macchi

Ilario Ravasio

Giampietro Spigone

Simona Angioletti

Luigi Beretta

Pierangelo Chiesa

Achille Schiatti

Giordano Alborghetti

Nicola De Giosa

Riccardo Gavazzeni

Beppe Villa

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.