BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Agostini e Thoeni, campioni e “musicisti” a Bossico negli anni Settanta

Bossico, anni Settanta. Davanti alla villa Gregorini una foto di gruppo musicale e davvero speciale, rilanciata dalle pagine di Sei di Lovere se... da Giovanni Rigotti.

Bossico, anni Settanta. Davanti alla villa Gregorini una foto di gruppo musicale e davvero speciale, rilanciata dalle pagine di Sei di Lovere se… da Giovanni Rigotti.

Si notano subito due campioni: Giacomo Agostini, “armato” di basso tuba (che gioca in casa visto che è della zona, di Lovere precisamente) e Gustav Thoeni, con tanto di sax. Insieme ai due campioni del motociclismo e dello sci: Giovanni Zaina, Vincenzo Rigotti e i tre fratelli Clarari, Remo, Bepi e Mario.

Cosa era successo? Che a Bossico, racconta Giovanni Rigon, “nel 1971 si svolse una gara di sci sull’erba con Thoeni, Fausto Radici e altri campioni della valanga azzurra. A seguire  un rinfresco alla villa Gregorini, allietato dai musicisti che si vedono nella foto”.

Un articolo della Gazzetta dello Sport ricostruisce quel giorno: “Sono passati tanti anni, eppure i ricordi sono ben vivi nella memoria di Savino Ventura e di suo figlio Enzo, oggi medico dello sport. Ora vivono a Bergamo, ma fu nella provincia, a Bossico, che si disputò grazie a loro, a Bianca Gregorini e alla Pro loco del posto, e con l’ approvazione di Mario Cotelli, la prima manifestazione di sci sull’erba, che rivelò al grande pubblico l’esistenza di questo sport. In gara, tra gli altri, c’erano anche i campioni della valanga azzurra Thoeni, Stricker e Della Giovanna. Era il 5 settembre 1971. Quella che allora sembrava una goliardata, oggi è una disciplina collocata all’interno della Fisi, con un suo circuito di gare e con specialità identiche a quelle invernali, a parte la discesa”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.