BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

L’Aci ha grandi progetti: la Fiera dei motori in città e la Bergamo-Praga con auto storiche

Il presidente dell'Aci Bergamo Valerio Bettoni illustra due grandi progetti ai quali sta lavorando dal suo insediamento e finalizzati al rilancio dell'Ente: una gara dal centro alla capitale ceca e una grande fiera che coinvolga a 360 gradi il mondo dei motori.

Una gara internazionale per auto storiche e una fiera dei motori che valorizzi il grande patrimonio che il territorio bergamasco ha nel proprio dna: l’Aci Bergamo è pronta al rilancio e punta forte sull’aspetto sportivo.

Dopo aver rimesso in moto il Rally Prealpi Orobiche, rimasto ai box per due anni, il presidente Valerio Bettoni ha tracciato gli obiettivi a breve termine, tutti finalizzati a riconnettere l’Aci con la comunità: dalle commissioni mobilità, sicurezza stradale, giuridica, turismo e cultura e sport alle convenzioni, fino alle iniziative di stampo sportivo che possono creare visibilità.

Da qui l’idea, annunciata ai primi di marzo alla trasmissione “Ciao Gente” di Seilatv, di organizzare una manifestazione che potesse fare “concorrenza” alla storica Mille Miglia dei colleghi bresciani.

“Ci stiamo lavorando da un po’ di tempo – ammette Bettoni – Non vogliamo scimmiottare la gara più bella del mondo ma proporre qualcosa di grande interesse anche per il territorio bergamasco. Bergamo ha una grande tradizione a livello di macchine e moto storiche, vanta 65 titoli mondiali e tantissimi appassionati. Abbiamo pensato a un tracciato che ci proiettasse al di fuori dei confini italiani perchè Bergamo, ormai, con il suo aeroporto ha una dimensione internazionale. La scelta finale era tra Parigi e Praga e alla fine l’ha spuntata la capitale ceca, anche grazie alla presenza dell’ambasciatore bergamasco Aldo Amati che ha dimostrato grande sensibilità e attenzione”.

La risposta di Praga è stata subito positiva: oltre all’ambasciatore, l’Aci ha già avuto modo di incontrare anche i rappresentati del Comune che hanno dato la propria disponibilità a far arrivare la gara in piazza San Venceslao, una delle maggiori attrazioni turistiche della città.

L’idea è quella di proporre una gara che si articoli su 4 giorni, dal mercoledì al sabato, con tre fermate intermedie che nei piani dell’Aci sarebbero Trento o Bolzano, Salisburgo e Brno.

“La scelta di Praga ci consente di avere un tracciato bellissimo – continua Bettoni – Una gara tra arte, cultura e turismo, fili conduttori da Bergamo alla Repubblica Ceca. L’ipotesi iniziale era quella di farla già a settembre di quest’anno ma i tempi erano troppo stretti: abbiamo rimandato quindi al 2018 quando dovremo incastrarla nel calendario motoristico in modo da avere tra le 50 e le cento auto storiche e proporre una gara dal livello medio-alto”.

Non è però l’unico progetto al quale sta lavorando l’Aci di Bergamo che sogna anche una fiera dei motori: “Abbiamo un grande polo fieristico, l’aeroporto che ci collega con oltre 100 destinazioni, un grande patrimonio di auto e moto e tante aziende che gravitano attorno al mondo dei motori – spiega Bettoni – Sarebbe una fiera dedicata non solo ad auto e moto ma a tutto questo universo a 360 gradi: penso alle grandi eccellenze bergamasche, aziende come la Same, Riva, Persico, Brembo o Polini solo per citarne alcune. Possiamo davvero fare qualcosa di importante e che susciti interesse anche al di fuori della provincia: alla tradizione si possono poi legare anche temi attuali, soprattutto quello delle auto elettriche”.

L’Aci, dunque, vuole tornare protagonista dopo un periodo di riassestamento dovuto al commissariamento ma deve anche fare i conti con esigenze di bilancio: “Con quasi 23mila iscritti Bergamo è il secondo Automobile Club d’Italia della Lombardia e settimo in Italia – conclude il presidente – Ogni anno versiamo il 63% delle nostre risorse in tasse a Roma, per oltre 750mila euro: non è semplice perseguire determinati obiettivi in questo contesto ma vogliamo che l’Aci ritorni al centro della comunità bergamasca. È il mio obiettivo da presidente, senza alcuna finalità politica come qualcuno vuole far credere”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.