BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Foppa, brutto ko con Casalmaggiore: ma che bella sorpresa la 16enne Battista

Il passo falso delle rossoblu reso meno amaro dalla contemporanea sconfitta di Scandicci contro Novara: 16 punti con il 44% dal campo per l'esordiente schiacciatrice di banda dell'Under 18.

E’ durato quasi tre set il sogno della Foppapedretti incerottata di conquistare punti contro Casalmaggiore. La seconda della classe, pur priva di Fabris, cala infatti sul taraflex il proprio potenziale e incamera tre punti che ne consolidano il secondo posto in classifica, lasciando relegate le rossoblù al quarto. Orobiche che comunque gioiscono per il contemporaneo ko interno di Scandicci contro Novara che rende meno amaro il passo falso, consentendo di mantenere cinque punti di vantaggio sulle toscane a due partite dalla fine. Classificarsi quarte infatti consente un piccolo vantaggio nei playoff: giocare gara-1 dei quarti in casa.

SQUADRA DECIMATA – Certo siamo in una fase della stagione dove gli infortuni incidono, e parecchio, sull’andamento della squadra e sui risultati ottenuti. La Foppa attuale non è quella progettata in estate. Contro la Pomì, oltre all’assenza definitiva di Skowronska che non è ancora stata sostituita, si sono aggiunte Partenio alle prese con un edema ad un occhio da due settimane e Popovic a mezzo servizio, in ripresa dall’infortunio alla spalla ma ancora in panchina per buona parte del match. Anche Gennari non è al meglio ma stringe i denti da alcune partite. La nota lieta, più per il futuro che per il presente, è stata la prova della sedicenne Battista, schiacciatrice di banda in under18/serie B2, all’esordio in serie A 1 come opposta e autrice di 16 punti (44%). Non può certo essere lei la nuova Skowronska ma sentiremo parlare presto di questa giovane di grande talento.

PRIMO SET REGALATO – Dicevamo di un set vinto, quasi un miracolo in queste condizioni. Ma addirittura le rossoblù avrebbero potuto vincerne un altro considerando il terzo, condotto nelle fasi iniziali e anche il primo, perso è vero per 19-25 ma con ben tredici errori punto delle rossoblù (zero della Pomì!), di cui sette al servizio. Segnale questo di come la squadra abbia avuto bisogno di tempo per scrollarsi di dosso un po’ di tensione e per prendere il ritmo partita, trovando i giusti automatismi.

TIROZZI DECISIVA – Ad indirizzare il match è stato anche il cambio opportuno di Caprara, che toglieva sull’1-1 una spenta Turlea per inserire la frizzante Tirozzi, mobile in seconda linea, fastidiosa al servizio e più presente anche in attacco (44% contro 25%). Proprio sul suo turno al servizio si decideva in fretta anche il quarto set, passando da 10-10 a 10-17 e da lì la Foppa non riusciva più a tentare una disperata rimonta. L’ultima ad arrendersi è stata Sylla, l’altra nota lieta, che dopo un periodo molto negativo ha ritrovato smalto e fiducia in se stessa, chiudendo con 24 punti e il 48% in attacco. Una prestazione che dà continuità ad altre viste nell’ultimo mese, anche se da sola non basta di certo.

IL FUTURO – Chiuso il capitolo Casalmaggiore guardiamo avanti. In pratica, a mercato chiuso, senza una degna sostituta di Skowronska, ovvero del martello più pesante della squadra, si rischia di dire addio ai sogni di gloria prima ancora di iniziare i playoff, a meno che la società abbia tesserato qualcuno nei tempi previsti senza comunicarlo, in attesa delle partite da dentro o fuori. Pensare di competere con le altre cinque-sei rivali nella corsa al titolo senza una opposta di ruolo è impensabile. Già i quarti di finale rappresenterebbero un banco di prova difficilissimo. Sperando almeno di recuperare Partenio, il cui impiego per i playoff sarà da valutare dopo ulteriore controllo medico. La squadra ha dimostrato di essere tenace, di non aver mollato, di crederci. Tutte qualità che devono però essere abbinate ad un tasso tecnico che al momento non è pari a quello delle rivali. Vedremo se in extremis succederà qualcosa, ma senza illusioni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.