BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Alzano: “Scuola per l’infanzia, procedure regolari; chiediamo la scuse della minoranza”

L’amministrazione comunale di Alzano Lombardo replica con durezza alle accuse lanciate nei giorni scorsi dal gruppo consiliare Alzano Viva in merito alla scuola per l'infanzia. Bergamonews aveva chiamato il sindaco Camillo Bertocchi che si era riservato una risposta solo dopo aver letto quanto denunciava la minoranza

L’amministrazione comunale di Alzano Lombardo replica con durezza alle accuse lanciate nei giorni scorsi dal gruppo consiliare Alzano Viva (leggi) in merito alla scuola per l’infanzia. Bergamonews aveva chiamato il sindaco Camillo Bertocchi che si era riservato una risposta solo dopo aver letto quanto denunciava la minoranza.

Le procedure di affidamento dell’incarico di progettazione preliminare alla Lussignoli Associati società di ingegneria s.r.l. di Brescia, espletate dal settore tecnico comunale, nel pieno possesso delle proprie prerogative, sono perfettamente conformi al vigente codice dei contratti. Il curriculum dello studio incaricato parla da sé, per l’elevatissima qualificazione specialistica, a cui si aggiunge la garanzia per il rispetto dei tempi brevissimi imposti, il tutto fornito con uno sconto sulla tariffa base di progettazione del 52,05%.

Troviamo pertanto speciose e molto gravi al riguardo, le dichiarazioni e le allusioni fornite dal gruppo consiliare Alzano Viva, con particolare riferimento alle dichiarazioni che il consigliere Fiaccadori ha arbitrariamente attribuito al sindaco (per le quali il consigliere è già stata formalmente diffidata) e a quelle ancora peggiori riferite all’assessore Carlessi, alla quale è rimessa ogni azione di tutela al riguardo.

Il finanziamento Green sul Serio indirizzato al CRP Pigna, acquisito dell’amministrazione Anelli e poi modificato dall’amministrazione Nowak nel 2015, è stato rigettato da Fondazione Cariplo nel dicembre scorso (cosa fondamentale che Alzano Viva omette di dire) e per tale motivo l’amministrazione comunale, che da tempo aveva chiesto conto degli esiti istruttori del finanziamento, ha chiesto di salvare la sovvenzione individuando quale nuovo progetto emblematico, quello socioculturale della scuola materna, l’unico che, a nostro avviso, potesse in breve tempo essere concretizzato (non necessitando di partnership che avrebbero imposto eccessivi tempi per le intese del caso, tempi non compatibili con le ridestinazioni del fondo).

Troviamo inaccettabile la superficialità con cui il gruppo consiliare Alzano Viva ha affrontato un tema così cruciale per la città, preoccupandosi di rappresentare situazioni irreali, al solo fine di gettare discredito sul buon nome dell’Amministrazione comunale, anziché adoperarsi affinché lo straordinario progetto in trattazione vada a buon fine.

Preoccupante inoltre l’arbitrario utilizzo dei colloqui che il consigliere comunale Simonetta Fiaccadori ha intrattenuto con i dipendenti comunali e il segretario comunale, traducendoli in personali conclusioni, poi rese pubbliche, utilizzando i nomi degli interlocutori come illusorio affidamento delle proprie tesi.

Stante i contenuti del comunicato del gruppo Alzano Viva, salvo immediate smentite e scuse pubbliche anche a mezzo stampa da parte del gruppo consiliare Alzano Viva, il comune di Alzano Lombardo si riserva ogni azione legale di tutela al riguardo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.