BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Negozi Storici, riconoscimento per altre due attività bergamasche

La “Gastoldi macelleria salumeria gastronomia” di Bariano e il “panificio Zatti” di Tavernola Bergamasca entrano a far parte del prestigioso Registro regionale dei Negozi Storici che comprende 28 esercizi di sei province lombarde

Anche la “Gastoldi macelleria salumeria gastronomia” di Bariano (dal 1937) e il “panificio Zatti” di Tavernola Bergamasca (dal 1849) entrano a far parte del prestigioso Registro regionale dei Negozi Storici che comprende 28 esercizi storici di sei province lombarde: Bergamo, Como, Cremona, Lecco, Milano e Sondrio.

Lo ha annunciato giovedì 16 febbraio l’assessore allo Sviluppo economico Mauro Parolini.”Dietro queste botteghe, come ricorda l’amico Parolini, ci sono vite significative di generazioni che incarnano l’identità lombarda e un modo di svolgere attività economica capace di durare nel tempo e di sfidare i cambiamenti”, spiega il consigliere regionale Angelo Capelli di Lombardia Popolare.

“L’iniziativa – prosegue il capogruppo di Lombardia Popolare – s’inserisce nel contesto più ampio delle misure e degli incentivi economici che l’Assessorato ha messo in campo per sostenere e valorizzare il settore del commercio lombardo; in particolare, come in questo caso le attività, che rappresentano un patrimonio per tutti e che sono dei punti di riferimento e di indiscutibile attrattività per i nostri centri urbani”.

“Lo strumento, istituito dalla Regione fin dal 2004, in accordo con gli enti locali e le associazioni di categoria – conclude Capelli -, si propone di premiare la professionalità di quei commercianti ed artigiani che da oltre 50 anni offrono un valore aggiunto alle nostre comunità. È la strada giusta per insegnare coi fatti ad unire tradizione e innovazione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.