BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Vaccinazioni a Seriate, le minoranze incalzano l’amministrazione: “A che punto siamo?”

Partito Democratico e Lista Civica Albatro chiedono conto all'amministrazione sulla situazione e campagna di informazione vaccinazioni nell’ambito territoriale e nella città di Seriate.

“Vaccinazioni a Seriate: a che punto siamo?”: questo il quesito, posto sotto forma di interpellanza dai gruppi consiliari di minoranza del Partito Democratico e Lista Civica Albatro al Presidente del consiglio comunale, al sindaco e alla giunta, nella seduta di consiglio convocata per mercoledì 15 febbraio alle 20.

In particolare i gruppi di minoranza sottolineano come l’obbligo dei vaccini sia terapia da anni consolidata e misura preventiva a fronte di malattie causa di migliaia di morti infantili, e siano considerati tra gli interventi più efficaci a disposizione della sanità pubblica.

Allo stesso tempo la Regione Lombardia ed in particolare l’assessore al Welfare Giulio Gallera, riconoscendone importanza e valore, pur lasciando libera scelta, ha ritenuto indispensabile una campagna informativa molto articolata ed è stato approvato in Conferenza Stato-Regioni il Piano Nazionale Prevenzione Vaccinale nel triennio 2017-2019.

È altresì evidente “come l’Amministrazione di Seriate eserciti un ruolo di riferimento in ambito socio sanitario oltre i propri confini attraverso la presidenza dell’assemblea dei sindaci dell’ambito territoriale di Seriate…80 mila persone…”.

Partito Democratico e Lista Civica Albatro, quindi, chiedono “quale sia la percentuale dei bambini vaccinati frequentanti asili e scuole materne della Città di Seriate e nell’ambito territoriale e quale sia il trend degli ultimi anni; se e come, alla luce dell’orientamento di Stato e Regione Lombardia, circa la fondamentale importanza di informare (e conseguentemente non disinformare), viene realizzata nel territorio facente capo all’Ambito territoriale di Seriate la campagna di informazione vaccinale per aiutare i genitori nella scelta consapevole; e se l’Amministrazione di Seriate sia a conoscenza di campagne di disinformazione presenti sempre in ambito territoriale in contrasto con le indicazioni dei livelli istituzionali superiori”.

Angiolino Pedrini

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.