BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bagnatica, cittadini contro gli incivili: in strada per ripulire il verde dai rifiuti foto

La “Giornata del verde pulito” è ormai appuntamento fisso per l'Amministrazione comunale che vuole combattere il fastidioso, seppur marginale, fenomeno dell'abbandono dei rifiuti: la cittadinanza si arma di guanti, stivali e badili per ripulire il paese.

Più informazioni su

I cittadini di Bagnatica si rimboccano le maniche e ripuliscono il proprio paese: domenica 26 febbraio torna infatti la “Giornata del verde pulito”, appuntamento ormai consolidato e che riscuote sempre un grande successo, di volontari e di risultati.

Una giornata, organizzata dall’Amministrazione comunale in collaborazione con la sezione bagnatichese della Federazione Italiana della Caccia del presidente Gianpietro Caslini, alla quale aderiscono quasi tutte le associazioni del paese: concetto e obiettivi sono semplici, ovvero ripulire i sentieri della pianura, la colluna, i parchi, le aiuole e i fossati da cartem rifiuti di plastica e da tutto ciò che viene incivilmente abbandonato.

L’appuntamento, per tutti coloro che vorranno partecipare e dare una mano, è per le 7.30 di fronte al Comune: benchè sia consigliato dotarsi di abbigliamento e calzature adatte a una giornata di lavoro, l’Amministrazione comunale metterà a disposizione per i partecipanti tutte le attrezzature necessarie, badili, guanti e ovviamente i furgoni, e a metà mattina offrirà la colazione.

“Vogliamo dimostrare che gli incivili che sporcano il nostro paese sono solo una piccola minoranza – spiega Federico Colleoni, consigliere comunale con delega alla manutenzione e gestione del patrimonio pubblico – L’abbandono dei rifiuti lungo le strade, nonostante tutti i Comuni siano dotati del servizio di raccolta domiciliare e delle stazioni ecologiche, è purtroppo un malcostume diffuso. Il Comune di Bagnatica non è indifferente a questo fenomeno e nell’ultimo anno non sono poche le contravvenzioni emesse dopo essere risaliti ai proprietari dei rifiuti abbandonati. Tutti i sacchi che vegnono rinvenuti in strada vengono aperti e verificati dai nostri operatori per ricercare indizi sui proprietari e il comando di Polizia Locale procede poi ad emettere le relative sanzioni”.

Il fatto che il fenomeno sia comunque marginale a Bagnatica è dimostrato dai dati della raccolta differenziata ad appena sei mesi dalla sua introduzione: a dicembre aveva raggiunto già il 74% del totale dei rifiuti prodotti, circa il 20% in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, e in particolare il dato sulla plastica aveva fatto segnare un impressionate +74%.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.