BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Allarme sicurezza a Seriate: arrivano le telecamere anche nei parchi

Per la sicurezza e il presidio del territorio l’Amministrazione comunale ha varato un progetto di ampliamento

Per la sicurezza e il presidio del territorio l’Amministrazione comunale ha varato un progetto di ampliamento, sulla base dei principi della «Piattaforma della videosorveglianza integrata», prevista dal Ministero dell’Interno. Sul territorio attualmente funzionano 19 telecamere, dislocate in 15 punti strategici. Nel corso dell’anno, alcune saranno sostituite, mentre saranno aggiunti altri nuovi sistemi di videosorveglianza all’avanguardia per presidiare il territorio.

Alle critiche delle minoranze di videocamere di sorveglianza non funzionanti, il sindaco Cristian Vezzoli ribatte con numeri alla mano e fatti. «In città ci sono 19 telecamere dislocate in 15 punti strategici. Funzionano e sono continuamente monitorate a aggiornate. Servono come deterrente a fenomeni criminali, rafforzano azioni di prevenzione e di presidio del territorio. Infine aiutano anche il corso delle indagine per perseguire eventuali reati. Numerosi sono stati gli atti di collaborazione con le altre Forze di Polizia dello Stato nell’ambito di delicate indagini e nell’ottica della giusta deterrenza, nel rispetto della sicurezza urbana e della tutela della privacy.

Certo, Seriate ha una notevole estensione ed è impensabile tenere tutto sotto controllo, ma abbiamo già in programma un piano di ampliamento del sistema di videosorveglianza, con l’acquisto di nuove telecamere e la sostituzione di altre. Alcune saranno posizionate nei parchi, che non possono essere tutti monitorati, soprattutto quelli con folti alberi che occulterebbero la visuale. Altre saranno installate in zone critiche, come segnalato dai cittadini. L’obiettivo è garantire il presidio del territorio per evitare situazioni spiacevoli come l’abbandono dei rifiuti o atti vandalici».

Attualmente a Seriate sono attive 19 videocamere, dislocate nei seguenti 15 punti nodali: Piazzale Caduti – via Nazionale – viale Lombardia; Piazzale Caduti – via Dante – via Marconi; rotatoria via Paderno – via Corso Roma; intersezione via Italia – via Paderno; rotatoria via Marconi – C.so Europa; Piazza Gavazzeni; Via Stazione 1; Piazza Bolognini; tra Piazza Bolognini e via Tasca; Via Lazzaretto; all’ingresso della piattaforma ecologica; Parco Oasi Verde 1; Via Paderno all’ingresso P.L.; Via Dante – Ponte Fiume Serio; Via Lombardia – Adamello; Via Grinetta.

A queste si aggiungono anche 3 telecamere per la lettura targhe posizionate nell’intersezione delle vie Italia e Paderno, per i veicoli entranti in via Italia con direzione verso Lovere, tra via Dante e P.le Caduti, per i veicoli entranti in via Dante con direzione verso Bergamo, e in Via Nazionale e Lombardia per i veicoli provenienti da Albano Sant’Alessandro. Le telecamere sono poi collegate a un server di registrazione digitale delle immagini. Inoltre altre 11 telecamere sono installate a tutela del palazzo comunale e della biblioteca, e sono collegate a un secondo video server.

Il progetto di ampliamento, realizzato nel rispetto delle disponibilità del bilancio comunale, prevede la sostituzione di alcune telecamere e l’installazione di nuove, sia per il monitoraggio della sicurezza urbana sia per la lettura delle targhe. Le zone interessate saranno via Italia, con l’incrocio con via Paderno, l’area delle poste e dell’IISS Majorana in via Partigiani, alla rotonda tra corso Roma e via Paderno, in Piazza Bolognini, nel parco degli Alpini, sul ponticello via Venezian, nella zona Iper di Via Brusaporto, sul ponte in via Dante, alla rotonda tra corso Europa e via Marconi., tra via Nazionale e viale Lombardia.

Nel parco Oasi Verde, data la natura stessa del parco e l’esigenza espressa da molti cittadini di videosorvegliare anche nella zona vicino al ponte, si prevede l’installazione di un sistema a occhio mobile con pannello fotovoltaico. Il sistema, connesso tramite wi-fi, vuole rispondere alle esigenze della pubblica amministrazione di creare un punto mobile di osservazione e controllo video sorvegliato, per evitare atti di vandalismo, abbandono di rifiuti e movimentazioni sospette.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.