BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Richiedenti asilo, esposto ai carabinieri: “Uno ogni tre abitanti, non sono troppi?”

Walter Semperboni, già candidato sindaco a Valbondione, ha denunciato ai carabinieri di Ardesio la situazione relativa all'accoglienza dei migranti a Lizzola: “La normativa prevede 2,5 migranti ogni mille abitanti, qui ci sono 150 residenti e 50 richiedenti asilo”.

È corretto che in una frazione di 150 abitanti, all’interno di un Comune di mille, siano ospitati circa 50 richiedenti asilo? È questo il senso dell’esposto presentato nella giornata di mercoledì 8 febbraio ai carabinieri di Ardesio da Walter Semperboni, candidato sindaco alle ultime elezioni a Valbondione e residente a Lizzola.

Al centro della sua denuncia c’è propria la situazione della piccola frazione che, sottlinea, “allo stato attuale ospita circa 50 cittadini extracomunitari richiedenti asilo politico”.

Da anni Semperboni sostiene che il numero sia eccessivo per Lizzola ma, ora, ha deciso di fare un passo ufficiale per chiedere a chi di competenza di prendere atto della segnalazione e di verificare che la situazione non sia in contrasto con la normativa vigente.

Un accordo raggiunto alla fine del 2016, dopo mesi di confronto serrata, tra l’Anci, l’associazione nazionale dei Comuni, e il Viminale sulla distribuzione dei migranti sul territorio prevede che, su base volontaria, le amministrazioni possano decidere di accogliere circa 2,5 migranti ogni mille abitanti.

Nel suo esposto Semperboni ha fatto nomi e cognomi, segnalando ai carabinieri che il centro di accoglienza è sotto la gestione “dell’ex onorevole Sergio Piffari e della Cooperativa Ruah”: “Vorrei sapere perchè a Valbondione e a Lizzola non venga rispettata la normativa – spiega Semperboni – La mia non è una battaglia contro l’essere umano ma contro chi lucra senza risolvere la situazione di queste persone”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.